Fatti

Denise Pipitone, spuntano retroscena tremendi: “Anche un filmino a luci rosse”. Ecco cos’è successo

piera maggio denise pipitone

Da settimane il caso di Denise Pipitone, la bimba di quattro anni scomparsa il 1 settembre 2004 a Mazara del Vallo, è tornato nuovamente al centro della scena grazie a una lettera anonima recapitata sia all’avvocato di Piera Maggio che alla redazione di Chi l’ha visto. Proprio la trasmissione di Rai 3 ha dedicato ampio spazio alla vicenda nell’ultima puntata, facendo il punto della situazione con i nuovi dettagli arrivati nella segnalazione anonima e i punti oscuri che ancora costellano il rapimento di Denise.

Uno di questi riguarda la campagna d’odio che si era scatenata all’epoca contro Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone: addirittura era stato fatto circolare anche un video a luci rosse che la citava come protagonista assieme alla sorella. Tutto falso e montato ad hoc, ovviamente, come ha spiegato il maresciallo dei Carabinieri Francesco Lombardo:

LEGGI ANCHE—> Denise Pipitone, arriva la Svolta: “Rapita per proteggerla da loro. Ecco cos’è successo davvero”

Abbiamo accertato passaggi di esposti anonimi che arrivavano contro la famiglia di Denise, contro Piera Maggio, tutti rilevati infondati, anche di basso valore morale. Sminuivano la famiglia e Piera Maggio in particolare – ha spiegato -. Abbiamo però smentito tutte le illazioni sulla famiglia e quando Piera dice che è stata rivoltata come un calzino è vero. Non c’era nulla, anche i film pornografici, erano attori di Roma che sono stati camuffati”.

Sulla pagina Facebook ufficiale di Piera Maggio inoltre è stato pubblicato il seguente post: “Cortesemente, purtroppo abbiamo constatato che sui social come Tik Tok, Instagram, Facebook ecc. Circolano dei Video, con Foto di Denise a 4 anni, associate con delle fotografie di ragazze estrapolate dai loro profili social. Oltre ad essere una violazione della privacy, non è giusto.

LEGGI ANCHE—> Morta la piccola Angela, 3 anni, chiedeva da mangiare ma i genitori le facevano vedere il cibo senza darglielo

Pertanto noi famigliari non vogliamo che vengano usate le foto di nostra figlia Denise, per questo uso non appropriato. Onde evitare falsi allarmismi, confusioni e altro, Vi chiediamo cortesemente di eliminarli ovunque. Diffondete solo i post ufficiali, con gli Age Progression, con i recapiti e informazioni necessari in aiuto nella ricerca. Ancora una volta Vi preghiamo, che le segnalazioni vengano inviate in PRIVATO, e NO pubblicamente nei commenti o altro. Grazie”.  Entra anche tu nel gruppo ufficiale di Chi l’ha visto