Scuola

Diplomati magistrale e Bonus 500 euro: Cosa succede dopo la Plenaria? Ecco la normativa

Diplomati magistrale e Bonus 500 euro: Cosa succede dopo la Plenaria? Ecco la normativa

I docenti diplomati magistrale assunti con riserva dalle Graduatorie ad esaurimento hanno beneficiato del bonus 500 euro Carta docente, assegnato ai docenti di ruolo della scuola statale. Cosa succede dopo la sentenza della plenaria?

Trasformazione contratti al 30 giugno

In applicazione del Decreto Dignità, in seguito alle sentenze di merito, alcuni contratti sono già stati trasformati in supplenze al 30 giugno 2019.

Cosa accade per il bonus 500 euro?

Insegnanti assunti negli anni scolastici 2016/17, 2017/18 e 2018/19

Il bonus 500 euro Carta docente non viene toccato dai provvedimenti conseguenti all’applicazione del Decreto Dignità e dalla sentenza della Plenaria.

Di conseguenza, secondo l’attuale normativa, anche i docenti assunti con riserva e coloro che hanno già avuto la trasformazione del contratto in supplenza, seguono le stesse regole dei colleghi.

I 500 euro relativi all’a.s. 2016/17 dovranno essere spesi entro il 31 dicembre 2018, altrimenti verranno decurtati. Per quanto riguarda il 2017/18 la validità dovrebbe essere confermata fino al 31 agosto 2019 e per il 2019/20 fino al 31 agosto 2020.

Naturalmente si tratta di indicazioni fornite sulla base della normativa vigente. Non risulta infatti che il bonus, una volta assegnato, possa essere decurtato, speso o non speso.