Scuola

Ragazzini di 12 anni devastano la scuola: Tutto distrutto. Ecco l’assurda motivazione

Ragazzini di 12 anni devastano la scuola: Tutto distrutto. Ecco l’assurda motivazione

Quattro ragazzini di 12 anni di Villabate, in provincia di Palermo, hanno confessato di aver distrutto una scuola “per imitare i protagonisti del videogioco Fortnite”.

Il quartetto non si è limitato ad un solo raid, ne ha compiuti ben quattro nella succursale del liceo Danilo Dolci, rompendo in due settimane cattedre, banchi e mobilia vari.

La Procura per i minorenni di Palermo ha fatto sapere che, sebbene i 4 ragazzini non siano imputabili, sono stati avvertiti i servizi sociali per avviare un percorso di recupero.

Lo scrive “Repubblica” di Palermo. Quando i quattro dodicenni sono stati portati nella caserma dei carabinieri erano impauriti e scossi. Due sono stati bloccati proprio mentre stavano devastando la scuola per la quarta volta, gli altri due, riusciti a fuggire, sono stati rintracciati poco dopo.

I quattro frequentano la scuola media e non la succursale del liceo. Alla base del vandalismo non c’era neppure un malessere verso la scuola ma solo la voglia di imitare i personaggi di un videogioco, Fortnite appunto. «Disperati», si sono detti i genitori quando sono stati convocati in caserma.

Leggi anche:

Addio alla maestra Vera, morta a soli 30 anni. I colleghi: “Una morte assurda, siamo sconvolti”

Continua a seguirci, basta un like