Cucina

Locatelli svela il segreto del suo Ragù bianco: “Aggiungo un ingrediente che lo rende unico. Ecco qual è”

Quali straordinari sapori e profumi si sprigionano da un buon piatto di tagliatelle al ragù! Questa volta, però, abbiamo voluto rivisitare questo grande classico, immancabile in ogni pranzo della domenica, proponendovi le tagliatelle al ragù bianco di Giorgio Locatelli, una versione senza pomodoro altrettanto gustosa e arricchita con della pancetta a dadini per un sapore unico che si sposa alla perfezione con la pasta all’uovo.

Ruvide e porose, le tagliatelle all’uovo trattengono l’appetitoso ragù di carne e verdure regalandoci emozioni di ritrovati ricordi d’infanzia. La scelta di ingredienti semplici e genuini, il profumo delle erbe aromatiche e una lenta cottura a fuoco dolce rendono questo condimento davvero irresistibile e adatto anche per la preparazione di lasagne, cannelloni o crepes salate!

LEGGI ANCHE—> Bruno Barbieri svela il segreto del suo Ragù alla bolognese: “Ecco cosa aggiungo alla fine, ne basta mezzo bicchiere, ed è perfetto”

Ragù Bianco INGREDIENTI

  • Tagliatelle all’uovo 250 g
  • Manzo tritato 250 g
  • Salsiccia fresca 150 g
  • Pancetta 100 g
  • Sedano 60 g
  • Carote 60 g
  • Cipolle dorate 60 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Vino bianco 60 g
  • Olio extravergine d’oliva 50 g
  • Rosmarino 1 rametto
  • Salvia 3 foglie
  • Alloro 2 foglie
  • Pepe nero q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Acqua q.b.

COME PREPARARE LE TAGLIATELLE AL RAGÙ BIANCO

Per preparare le tagliatelle al ragù bianco iniziate dal soffritto. In un tegame scaldate l’olio con uno spicchio d’aglio e lasciatelo imbiondire. Aggiungete il sedano e la carota tritati finemente. Unite anche la cipolla tritata e mescolate con una spatola. Lasciate cuocere qualche minuto a fuoco basso; nel frattempo sfogliate il rosmarino e tritatelo al coltello, poi aggiungetelo al soffritto. Lavate e asciugate la salvia, sfogliatela e tritatela finemente; aggiungetela al resto del soffritto e infine insaporite con due foglie di alloro intere.

Tagliate la pancetta a cubetti e rosolatela insieme alle verdure, mescolando con una spatola. Occupatevi ora della salsiccia: incidete, nel senso della lunghezza, il budello esterno con un coltellino ed eliminatelo con le dita; sbriciolate la salsiccia. Unitela al ragù insieme alla carne trita e cuocete a fuoco vivace, mescolando con una spatola per spezzettarle ulteriormente. Cuocete il tutto per qualche minuto. Rimuovete lo spicchio d’aglio e le foglie di alloro e sfumate con il vino bianco.

LEGGI ANCHE—> Bruno Barbieri svela il segreto delle sue polpette al sugo: “Ecco cosa aggiungo nell’impasto”. Il risultato è fantastico

Quando il vino sarà evaporato, proseguite la cottura del ragù unendo un mestolo di acqua calda, aggiustate di sale e pepe e cuocete a fuoco dolce per circa un’ora aggiungendo, se occorre altra acqua. Trascorso il tempo necessario, spegnete il fuoco. Quando manca una mezzoretta al termine della cottura, mettete sul fuoco un tegame con abbondante acqua da portare a bollore: quando bolle salate a piacere e lessate le tagliatelle, lasciandole al dente.

Scolate la pasta al dente e trasferitela direttamente nel tegame del ragù oramai pronto. Mescolate bene la pasta e legate il condimento aggiungendo eventualmente un po’ di acqua di cottura della pasta tenuta da parte. Servite subito le vostre tagliatelle al ragù bianco ancora fumanti.

CONSERVAZIONE del Ragù

Le tagliatelle al ragù bianco si conservano ini frigorifero, chiuse in un contenitore ermetico, per massimo 1 giorno. Se sono stati utilizzati ingredienti freschi, è possibile la congelazione del ragù bianco.

CONSIGLIO

Per il ragù bianco è possibile utilizzare anche della carne di tacchino, maiale, vitello o coniglio. Potete insaporirlo con degli insaccati come la soppressata o ancora con dei funghi porcini essiccati precedentemente ammollati e ben strizzati.

LEGGI ANCHE—> Il Ragù di Cannavacciuolo: I segreti per un Ragù da 3 stelle Michelin. Ecco i trucchi dello chef per il piatto della domenica

Vi sono piaciute le ricette del grande chef? Per averne molte altre Seguiteci anche sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM