Affari

Novità Trenitalia: Rimborso del 50% del biglietto se il treno è in ritardo. Ecco il modulo per averlo

Novità Trenitalia: Rimborso del 50% del biglietto se il treno è in ritardo. Ecco il modulo per averlo

Trenitalia comunica a tutti gli utenti che in caso di ritardo in partenza o durante il viaggio vi saranno degli indennizzi. Ecco allora le informazioni più precise riguardanti i ritardi con i treni nazionali, regionali e con le Frecce.

Ritardo treni nazionali Trenitalia

Se il treno nazionale farà un ritardo superiore a 59 minuti nella destinazione finale si avrà un’indennità del 25% del prezzo del biglietto se il ritardo è compreso tra 60 e 119 minuti. L’indennizzo sarà invece del 50% se  ci sarà un ritardo di almeno 120 minuti.

L’indennità si potrà richiedere come un bonus per acquistare entro dodici mesi un nuovo biglietto, come un riaccredito per i pagamenti che sono stati effettuati mediante la carta di credito o infine in contanti per i pagamenti che sono avvenuti in contanti. Tale rimborso spetterà anche se il biglietto è stato acquistato in parte o in tutto con un altro bonus da indennità. Quest’ultima, poi, sarà calcolata in base al prezzo complessivo della soluzione intera di viaggio.

Per i treni nazionali, l’indennità si potrà richiedere dopo 24 ore dalla data di viaggio e fino a dodici mesi dopo il giorno in cui si è verficato il ritardo e ciò mediante la compilazione del web form sul sito web di Trenitalia, sul sito ma solo se i biglietti saranno stati acquistati online o mediante app utilizzando la voce “richiesta indennizzo” dall’area riservata o presso l’agenzia di viaggio nella quale sono stati acquistati i ticket. Inoltre, l’indennizzo potrà essere richiesto presso qualsiasi biglietteria o al call center. Con quest’ultima modalità potranno essere richiesti i rimborsi soltanto di quelli acquistati mediante call center, sito web o app.

Indennità Trenitalia con le Frecce

Se i treni Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca arriveranno con un ritardo compreso tra i 30 ed i 59 minuti si potrà chiedere un’indennità. Nel dettaglio Trenitalia fornirà un indennizzo pari al 25% del prezzo del biglietto che si potrà usare entro dodici mesi per acquistare un ticket nuovo. Tale bonus non si potrà cumulare con il rimborso che si riceverà per ritardi superiori a 60 minuti né con altri tipi di indennità.

Trasporto regionale: indennità

Anche per ritardi sui treni regionali si potrà richiedere il rimborso. Esso sarà del 25% del prezzo del biglietto qualora il treno porti un ritardo tra i 60 ed i 119 minuti. Tale rimborso, però, verrà fornito soltanto nel caso in cui il biglietto sia almeno di 16 euro. Sarà invece del 50% del prezzo del biglietto qualora il treno porti un ritardo uguale o superiore ai 120 minuti. Tale rimborso sarà però riconosciutio solo per biglietti di almeno 8 euro.