Cucina

Patate soffiate, il trucco per farle gonfie come una nuvola e croccanti. “Una vera goduria”

Le patate soffiate, sono il risultato di una ricetta magica che fa gonfiare le fettine di patata, trasformandole in un contorno scenografico e delizioso. Mangiarle sarà come mordere una nuvola. In francese sono chiamate pomme soufflè proprio perché essendo così ariose e dilatate ricordano dei piccoli e deliziosi soufflè. Ecco un’interessante guida, pratica e veloce, mediante il cui pratico aiuto, poter essere in grado d’imparare come e cosa fare per avere delle buonissime patate soffiate, che piaceranno ai nostri amici e parenti che verranno a trovarci in casa.

Sarà molto utile ed anche divertente portare in tavola un piatto che sia diverso dal comune e del tutto molto saporito ed anche interessante.  Ma Come si realizzano le famose patate soffiate? Usate il metodo infallibile delle 3 fasi, è semplicissimo.Dovete friggerle in due padelle con olio bollente, prima a 150° e poi 180°: lo shock termico le farà gonfiare moltissimo. Se non avete un termometro potete regolarvi con il punto di fumo. Una padella l’olio dovrà essere caldo ma non fumante, nella seconda sarà pronto quando in izierà a fumare.  Ecco il procedimento da seguire passo passo, provateci sono strepitose!

LEGGI ANCHE—> Il segreto della parmigiana che si scioglie in bocca di Cannavacciuolo: “Ecco cosa metto sulle melanzane prima di friggerle”

Ricetta Patate Soffiate

Per realizzare questa ricetta vi servirà il termometro da cucina e la mandolina, sono due utensili essenziali per una riuscita perfetta della ricetta. Il procedimento è semplice ed è diviso in 3 fasi, non potete sbagliare è semplicissimo ricordarle:

  • Fase1: Taglio delle patate in sottilissime sfoglie con la mandolina
  • Fase2: Prima frittura in olio a 150° per circa 5 minuti
  • Fase3: Seconda frittura in olio a 180° per pochi secondi

Patate soffiate, Ingredienti per 2 persone

  • 3 patate medie
  • olio di semi di arachide per friggere q.b. ( almeno 1,5L)
  • sale q.b.

Patate soffiate, Preparazione

Sarà importantissimo mantenere a temperatura l’olio nelle due padelle che utilizzeremo per friggere le patate: in una la temperatura sarà a 150° e nell’altra a 180°. Lo shock termico farà sì che l’umidità all’interno della patata faccia incamerare aria permettendo alle sfoglie di patata di gonfiarsi come delle soffici nuvole! Ecco il procedimento da seguire:

LEGGI ANCHE—> L’Insalata di riso dello chef Bruno Barbieri: Il segreto per farla super buona: “Ecco cosa metto al posto della maionese”

Scegliete 2 padelle grandi e capienti per friggere e riempitele di olio di semi di arachide: per una frittura ad immersione ne serve una dose cospicua. Sbucciate le patate, tagliatele a fettine sottilissime dello spessore di 3 millimetri utilizzando una mandolina. Non bagnate le patate tagliate con l’acqua. Accendete il fuoco sotto entrambe le padelle. Quando l’olio sarà a temperatura friggete le patate un po’ per volta nella prima padella a 150° per circa 3-5 minuti: lasciatele immerse e giratele con una schiumarola finché non noterete che iniziano a gonfiarsi.

Appena iniziano a gonfiarsi scolatele utilizzando una schiumarola e tuffatele nell’altra padella, che già sarà alla temperatura di 180°, lasciandole cuocere alcuni secondi fino a completa dilatazione e doratura. Quando saranno ben gonfie e dorate scolatele e adagiatele sulla carta assorbente. Salate e servitele calde con le salse di accompagnamento che più adorate: ketchup, maionese, senape o salsa barbecue. Buon appetito!

LEGGI ANCHE—> Pasta alla carbonara, il trucco dello chef per una cremina super golosa: “Bisogna aggiungere questo ingrediente segreto”

Vuoi altre ricette super golose? continua a seguirci sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM