Gossip

Pierfrancesco Favino irriconoscibile, ingrassato di 20 Kg e senza capelli, cos’è successo all’attore. Foto choc

l film di Claudio Noce premiato con la Coppa Volpi a Pierfrancesco Favino alla 77. Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, arriva sabato in prima TV alle 21.15 su Sky Cinema Due. Disponibile anche on demand su Sky e in streaming su NOW TV. Dopo il successo del Festival di Venezia 2020 dove il suo protagonista, Pierfrancesco Favino, ha vinto la Coppa Volpi, arriva in prima TV su Sky e NOW TV il film “Padrenostro” diretto da Claudio Noce, basato sulla storia autobiografica del regista (anche sceneggiatore insieme ad Enrico Audenino) che nel dicembre del 1976, all’età di due anni, visse in prima persona l’incubo di un attentato terroristico ai danni del padre magistrato.

Nel film siamo sempre nel 1976, ma il piccolo Valerio (Mattia Garaci) ha 10 anni e una fervida immaginazione. La sua vita di bambino viene sconvolta quando, insieme alla madre Gina (Barbara Ronchi), assiste all’attentato ai danni di suo padre Alfonso (Pierfrancesco Favino) da parte di un commando di terroristi. Da quel momento, la paura e il senso di vulnerabilità segnano drammaticamente i sentimenti di tutta la famiglia.

Ma è proprio in quei giorni difficili che Valerio conosce Christian (Francesco Gheghi), un ragazzino poco più grande di lui. Solitario, ribelle e sfrontato, sembra arrivato dal nulla. Quell’incontro, in un’estate carica di scoperte, cambierà per sempre le loro vite. Non è però qui che si parla della fisicità di Favino, ma in un altro film. Andiamo a scoprirne qualcosa in più.

Pierfrancesco Favino irriconoscibile, ma cosa accade?

Pierfrancesco Favino in Hammamet
Pierfrancesco Favino in Hammamet

Pierfrancesco Favino è risultato completamente irriconoscibile sul set di Hammamet il film di Gianni Amelio del 2020 sulla vita di Bettino Craxi. L’attore romano classe 1969 è stato veramente stravolto per questo ruolo risultando di fatto irriconoscibile. Un film che ci ha mostrato ancora una volta le sue grandi capacità mimetiche, dimostrando come spesso il cinema sia in grado di regalare nuovi aspetti alle persone e a dare loro la possibilità di mostrarsi in altri panni.

Vedere Favino nelle vesti di Craxi sorprende, ma è realistico e non sembra mai artefatto. Il film d’altronde è bellissimo e girato con intelligenza. La sensazione è che questa strada abbia aperto all’uomo la possibilità di vivere una nuova vita e aprirgli una strada professionale diversa. Sarà dunque importante capire se davvero ci sarà modo di ritrovare il protagonista sotto altri panni e magari pronto a interpretare ruoli ancora diversi e magari tornare a recitare anche un po’ nelle sue vesti perché no. Che ne pensate? Commentate con noi le puntate sul gruppo ufficiale di Uomini e Donne di Maria de Filippi e seguici su Google News.

LEGGI ANCHE—> U&D Bomba, Storica Dama prega per rientrare ma la cacciano. Panico fuori gli studi della Trasmissione, lei finisce in ospedale. Fan sotto choc