Fatti Esteri Salute

Alex muore a 26 anni di diabete: Dosi di insulina sbagliate. “Se ne è andato solo e povero”

Alex muore a 26 anni di diabete: Dosi di insulina sbagliate. “Se ne è andato solo e povero”

Quando Alex è morto, a giugno, aveva 26 anni e aveva da poco lasciato la casa dei genitori per andare a vivere da solo. Soffriva di diabete tipo 1, malattia che esordisce nell’infanzia e in cui il pancreas non è in grado di produrre insulina a causa della distruzione delle beta-cellule che sono atte alla produzione di questo ormone.

La mamma di Alec, Nicole Smith-Holt, ha raccontato la storia di suo figlio all’emittente Cbs. «La parte più difficile è rendermi conto ogni volta che Alex non è più qui» ha detto. “Se mio figlio avesse parlato forse sarebbe ancora qui oggi e anche se il sistema sanitario non facesse sopravvivere solo i ricchi” ha continuato la mamma. “E’ ingiusto morire perchè non si possono acquistare dei medicinali salva vita”

Alex morto per Coma diabetico

Chi ha il diabete tipo 1 deve assumere insulina tutti i giorni, altrimenti non c’è scampo. Ma negli Stati Uniti l’insulina è molto costosa, a meno di non avere una polizza sanitaria. Quella dei genitori di Alex prevedeva la copertura dei figli fino al 26esimo anno di età. Quindi il ragazzo avrebbe dovuto acquistare da sé il farmaco, o sottoscrivere a sua volta un’assicurazione.

Secondo il racconto della donna, Alex non avrebbe parlato ai genitori dei suoi problemi economici e avrebbe razionalizzato le dosi di insulina per farla durare più a lungo. Ma le dosi erano insufficienti: Alex è andato in coma diabetico ed è morto nel suo appartamento, da solo. «Non c’era nessuno con lui, a chiamare aiuto… mi sentirò in colpa per il resto della mia vita» ha detto la madre.

Insulina, Prezzo triplicato

Negli Stati Uniti i costi di molti farmaci stanno aumentando a dismisura: quello dell’insulina, un salvavita per i diabetici, è triplicato dal 2002 al 2013. Oggi negli Stati Uniti un diabetico può arrivare a spendere fino a 1.300 dollari al mese per l’insulina. Lo Stato del Minnesota ha fatto causa a tre delle più grandi aziende farmaceutiche produttrici di insulina.

«In America nessuno dovrebbe perdere la vita perché non può permettersi di comprare l’insulina» ha detto Lori Swanson, procuratore generale del Minnesota. La paura è che questo alzarsi di costi di questo farmaco possa espandersi anche al resto dell’Europa e raggiungere l’Italia, con enormi difficoltà per il nostro sistema sanitario nazionale.

Continua a leggere

Per restare sempre aggiornato, aggiungi ai tuoi contatti su smartphone il numero 3512269204 e invia un messaggio WhatsApp con testo “NEWS”. Il servizio è completamente gratuito! In qualsiasi momento sarà possibile disdirlo inviando un messaggio con testo “STOP NEWS” allo stesso numero.

Seguici, basta un like!