Salute

Allerta Ministero Salute: Ritirato salame e salamino Fiorucci: “Attenzione se l’avete in casa”

Allerta Ministero Salute: Ritirato salame e salamino Fiorucci: “Attenzione se l’avete in casa”

Due batoste per Fiorucci da parte del Ministero della Salute, richiamo alimentare per il Salametto e per il Salame classico al gusto d’Italia. Si tratta di una leggerezza non da poco, viste le allergie di cui molti loro malgrado soffrono, in etichetta infatti non era avvertita la presenza di latte.

Richiamo alimentare per Salame Fiorucci

Rischio presenza di allergeni, questa la motivazione che si legge nella nota del Ministero della Salute, l’allergene in questione, come già accennato, è il latte. I salumi interessati sono stati prodotti da Cesare Fiorucci Spa, nello stabilimento di Santa Palomba (marchio di identificazione: CE IT 272 L). Entrambi i prodotti richiamati sono venduti interi, in confezioni da 150 grammi.

Per quanto riguarda i lotti interessati, ecco i prodotti richiamati nello specifico:

Salame classico

9050196000 con scadenza il 1371072019



9050214000 con scadenza il 3181072019

9050224000 con scadenza il 10711/2019

9050233000 con scadenza il 19/11/2019

9050240000 con scadenza il 26/11/2019

9050246001 con scadenza il 02/12/2019

9050261000 con scadenza il 17/12/2019

9056246000 con scadenza il 02/12/2019

Salametto

9050196000 con scadenza il 13/10/2019

9050214000 con scadenza il 31/10/2019

9050224000 con scadenza il 10/11/2019

9050224000 con scadenza il 10(11(2019

9050233000 con scadenza il 19/11/2019

9050240000 con scadenza il 26/11/2019

9050246001 con scadenza il 02/12/2019

9050261000 con scadenza il 17/12/2019

Ricordiamo, quindi, che per coloro che non sono allergici a latte o lattosio, i prodotti non presentano alcun tipo di problema, per chi invece è allergico a tali sostanze, lo invitiamo a non consumare assolutamente il prodotto e riconsegnare lo stesso al punto vendita qualora lo avesse già acquistato.

Allarme Ministero Salute: Ritirato Famoso salame italiano. “Non consumatelo, c’è la salmonella”

La catena di discount Aldi ha diffuso il richiamo di un lotto di Salame Veneto: le confezioni interessate dal provvedimento di richiamo sono distribuite con il numero di lotto 1190528 (indicato anche con 0528) e con termine minimo di conservazione 25/12/2019 e 04/01/2020 del fornitore Becher. In alcuni campioni del prodotto Salame Veneto 500 g,  è stata riscontrata la presenza di Salmonella nel corso di analisi effettuate per conto di ALDI da un laboratorio accreditato.

Per questo motivo il fornitore Becher Spa e Aldi,  per garantire la tutela del consumatore, hanno bloccato la vendita del prodotto. La salmonella è l’agente batterico più comunemente isolato in caso di infezioni trasmesse da alimenti, sia sporadiche che epidemiche. I principali serbatoi dell’infezione sono rappresentati dagli animali e i loro derivati (come carne, uova e latte consumati crudi o non pastorizzati) e l’ambiente (acque non potabili) rappresentano i veicoli d’infezione.La salmonellosi viene trasmessa attraverso l’ingestione di cibi o bevande contaminate o per contatto, attraverso cioè la manipolazione di oggetti o piccoli animali in cui siano presenti le salmonelle.

Per eventuali richieste di chiarimenti è possibile contattare il servizio clienti Aldi, raggiungibile al seguente numero telefonico: +39 800 370 370 (lun-ven 8:30 – 17:00, sab 08:00-14:00).