Lifestyle

Come creare e referenziare il tuo sito web

Come creare e referenziare il tuo sito web

 

Il tuo sito web non riceve visite? O, almeno, non quelli che vorresti? Potresti aver bisogno di qualche consiglio per posizionare un sito che ti aiuti ad apparire tra i primi risultati dei motori di ricerca. Se ti affidi a mane esperte, come quelle di Eskimoz, saranno in grado di darti più informazioni per posizionarti sicuramente meglio in breve tempo.

 

Sul blog Eskimoz, vengono presentati i migliori fattori SEO strategici a cui prestare attenzione quando ottimizzi internamente il tuo sito web. Se questi fattori vengono eseguiti correttamente, Google ricompenserà senza dubbio la tua fatica e il tuo sito.

 

Risulta che molte attività legate al posizionamento del sito web possono essere svolte in autonomia. Come posizionare un sito web da soli? La risposta a questa domanda è in questo articolo.

 

Il contenuto è il re: il contenuto di valore è una priorità assoluta!

 

Senza contenuti di valore e accattivanti, il nostro sito Web non sarà mai in cima ai risultati di ricerca di Google.

 

Una delle questioni più importanti da non dimenticare quando si posiziona un sito Web è creare un blog con contenuti di valore. Gli esperti sottolineano che “il contenuto è il re” e questo deve essere un mantra per avere un blog di successo.

 

Cosa significa esattamente? I filtri di Google apprezzano maggiormente quelle pagine che contengono contenuti originali che non sono stati copiati da altri siti. Quanto migliore, tanto più accattivante è il contenuto di un blog, tanto maggiori sono le possibilità che si trovi in ​​cima all’elenco di ricerca.

 

Inoltre, va ricordato che vengono premiati anche i siti costantemente aggiornati.

 

Come trovare ispirazione e motivazione per inserire sistematicamente nuove voci? Ad esempio, tenere traccia dei post pubblicati su siti Web che sono tematicamente correlati al nostro blog è un’ottima soluzione. È sicuramente meglio guardare la pagina straniera per trarre ispirazione.

 

Una grande ispirazione può essere anche qualsiasi commento pubblicato dagli utenti del nostro sito. È stato creato per loro, quindi i loro commenti e suggerimenti dovrebbero essere sempre presi in considerazione durante la creazione di nuovi contenuti.

 

Frasi chiave per il posizionamento: come sceglierle?

 

Le parole chiave sono estremamente importanti per il posizionamento del nostro sito web. Se non li teniamo a mente quando creiamo contenuti per un blog, potremmo avere un grosso problema a ottenere una posizione elevata nei risultati di ricerca di Google.

 

Quando il nostro sito sarà tra i primi dieci risultati di ricerca, la possibilità che un utente di Internet sia interessato aumenterà in modo significativo.

 

Le frasi chiave possono essere suddivise in diverse categorie:

 

Secche: tali parole chiave sono costituite da una o due parole. Si riferiscono al nome generico del prodotto o del fenomeno. In nessun caso il posizionamento dovrebbe essere basato solo su questa categoria di parole chiave, perché il successo può essere molto difficile a causa dell’enorme concorrenza;

 

Parole chiave a coda lunga: si tratta di frasi composte da più di due parole. Descrivono in dettaglio prodotti e fenomeni specifici. Vale la pena ricordarli, perché danno una buona possibilità di aumentare la posizione del nostro sito nei risultati di ricerca;

 

Problematiche: si tratta di parole chiave che descrivono vari problemi affrontati dagli utenti di Internet. La stragrande maggioranza degli utenti di Internet in questa situazione inserisce la frase “non funziona” nel motore di ricerca. Vale la pena controllare cosa cercano più spesso gli utenti di Internet in questo senso per poter offrire loro contenuti di valore che li aiutino a risolvere il loro problema;

 

Keyword di Settore: tipo di parole chiave relative a un settore specifico.

 

Non dimenticare Google Maps

 

Nel mondo di oggi, un’azienda che non è su Internet, per la stragrande maggioranza delle persone, praticamente non esiste. Per questo motivo tutti gli imprenditori che vogliono aumentare il numero di clienti non possono mai dimenticare di aggiungere un biglietto da visita alle mappe di Google.

 

È estremamente semplice e allo stesso tempo ci fornirà molto più riconoscimento. È gratuito e il numero di vantaggi che deriva dalla presenza in Google Maps è quasi illimitato.

 

Attività sui social media e sui forum Internet

 

I social network sono potere per un sito internet. Per restare in contatto con i lettori o i clienti della nostra azienda, vale la pena creare un profilo su Facebook, Instagram o Twitter.

 

Secondo i messaggi ufficiali di Google, il traffico dei social media non ha alcun effetto sulla SEO, ma in realtà lo ha. Naturalmente, il collegamento social non si traduce direttamente in una posizione più elevata del nostro sito Web nei risultati di ricerca di Google, ma indirettamente. Maggiore è il traffico sul nostro sito web, maggiore è il coinvolgimento degli utenti Internet nelle varie attività, e questo ha già un impatto sul posizionamento.

 

Promuovere l’azienda sui social media è una priorità assoluta

 

Ogni azienda dovrebbe anche osservare da vicino tutti i forum tematicamente correlati al proprio profilo. Anche la condivisione delle conoscenze nei forum e la sottile pubblicità di un’azienda possono portare una serie di vantaggi.

 

Sito aggiornato e ottimizzazione tecnica

 

Il sito web che gestiamo deve essere costantemente aggiornato: gli utenti di Internet devono avere accesso a informazioni verificate e affidabili. Il posizionamento sistematico di contenuti di valore ha un effetto molto positivo sulla SEO, quindi tienilo a mente.

 

Oltre alle frasi chiave e alla pubblicazione sistematica dei contenuti, non dobbiamo dimenticare le buone condizioni tecniche del nostro sito web.

 

Gli algoritmi di Google prestano particolare attenzione al fatto che una determinata pagina sia reattiva e veloce. La reattività è che il sito Web è adattato sia ai computer desktop che ai dispositivi mobili (si adatta al display). Più velocemente si accende, più gli algoritmi di Google lo apprezzeranno.