Fatti

Denise, Arriva La Svolta: Trovata una stanza segreta nella casa di Anna Corona. La bambina era lì

denise -pipitone

Quarto Grado è andato in onda venerdì 28 maggio dedicando ampio spazio al caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo il primo settembre 2004. A distanza di diciassette anni la vicenda tiene banco più che mai: scevra da condizionamenti esterni e depistaggi, stavolta c’è la sensazione che si possa arrivare quantomeno alla verità sul rapimento della figlia di Piera Maggio. Nella trasmissione condotta da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero sono stati approfonditi diversi aspetti, anche grazie alla presenza dell’ex pm Maria Angioni, con la quale per la verità non sono mancati momenti di tensione per come sono state svolte le indagini all’epoca.

Uno dei temi più interessanti trattati da Quarto Grado riguarda però una presunta “stanza segreta” nella casa in cui abitava Anna Corona all’epoca della scomparsa. Gli inviati del programma sono tornati a Mazara del Vallo per capire com’è nata l’inchiesta che vede indagati l’ex moglie di Piero Pulizzi e Giuseppe Della Chiave per sequestro di persona. Tutto sarebbe nato dalla testimonianza di un uomo che avrebbe provato ad acquistare quella casa nel 2005: non se ne fece nulla perché l’acquirente avrebbe notato delle difformità tra lo stato dei luoghi e quanto risultava da piantine e catasto.

Leggi anche—> Pipitone, arriva la Svolta: “Rapita per proteggerla da loro. Ecco cos’è successo davvero”

Quarto Grado si è recato nell’abitazione con l’avvocato dei proprietari, che si trovano attualmente in Svizzera, notando che gli inquirenti hanno cercato nelle intercapedini sotto al controsoffitto in legno: ci sarebbe una stanza dove si noterebbero le modifiche fatte, con uno spazio più ampio. A Quarto Grado Anna Corona aveva però assicurato che “da quella casa non emergerà nulla”

Denise Pipitone, il testimone della lettera anonima esce allo scoperto. L’ex pm: “Nuovi arresti”

E’ uscito allo scoperto e avrebbe rivelato la sua identità il testimone anonimo che in una lettera aveva detto di aver visto Denise Pipitone dopo la sua scomparsa. L’uomo, secondo quanto riporta oggi 28 maggio LiveSicilia in un articolo ripreso anche dalla trasmissione Mattino Cinque su Canale 5, avrebbe anche avuto un incontro segreto con il legale Giacomo Frazzitta, nello studio dello stesso avvocato. Pochi giorni fa Frazzitta, legale di Piera Maggio, la mamma della bambina scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004, ha ricevuto una lettera il cui autore ha dichiarato di aver visto Denise in un momento successivo al rapimento. In particolare, l’uomo che ha messo nero su bianco la sua testimonianza, ha raccontato di aver notato la piccola Pipitone all’interno di una macchina.

L’autore della lettera anonima vivrebbe in un paese del trapanese. Il primo settembre di 17 anni fa, però, risiedeva a Mazara del Vallo, il paese in cui è sparita in circostanze misteriose la piccola Denise. Secondo quanto trapelato non ci sarebbe alcun dubbio sul fatto che l’uomo che ha spedito la missiva con la segnalazione sia lo stesso che ha incontrato Frazzitta nelle scorse ore. Per ora il legale non ha né confermato né smentito la notizia.

LEGGI ANCHE—> Svolta Denise Pipitone, Pronti 3 arresti. Il testimone esce allo scoperto: “Ecco cosa hanno fatto alla bambina”

Secondo l’ex pm Maria Angioni, che in passato si è impegnata ampiamente sul caso della bimba scomparsa, siamo a una svolta e quella lettera ma soprattutto la sua testimonianza potrebbe persino portare a degli arresti a breve. Intanto, si continua a indagare su Anna Corona, l’ex moglie dell’uomo che è il padre biologico di Denise. La Corona è stata iscritta nel registro degli indagati nei giorni scorsi. “Sono serena”, ha commentato la donna ai microfoni de La Vita in Diretta. Ora la svolta? Entra anche tu nel gruppo ufficiale di Chi l’ha visto

Denise
Denise