Scuola

Diplomati magistrale Novità: Saranno assunti con riserva anche l’anno prossimo

Diplomati magistrale Novità: Saranno assunti con riserva anche l’anno prossimo

Una questione, quella riguardante i diplomati magistrale, continua ad essere in primo piano. L’inizio del prossimo anno scolastico, infatti, potrebbe essere ancora più difficile rispetto al passato per effetto della normativa contenuta nel decreto ‘Dignità’, riguardante la proroga, valida solo per quest’anno, della trasformazione dei contratti al 30 giugno.

50mila diplomati magistrali nel limbo

Il presidente dell’Anief, Marcello Pacifico, ha ‘profetizzato’ in merito ai numerosi problemi a cui andrà incontro la scuola dell’infanzia e la primaria all’inizio del prossimo anno scolastico: circa 50mila maestri, infatti, stanno vivendo in una specie di ‘limbo’, dopo le due sentenze pronunciate dall’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, sentenze che non consentono ai docenti abilitati dopo il 2012 o con un diploma abilitante di potersi inserire nella Graduatorie ad Esaurimento.
Secondo il presidente dell’Anief, è assurdo licenziare o privarsi di 50mila docenti che ‘insegnano ai nostri figli da anni’. Una parte di questi docenti è stata immessa in ruolo con riserva e, proprio per effetto di quella doppia sentenza, il tribunale potrebbe emettere la sentenza di merito e far perdere loro l’assunzione, rimandandoli nelle graduatorie di istituto.

Il Miur deve trovare una soluzione coerente

Ecco perché il Ministero dell’Istruzione dovrà prendere una decisione in merito, pensando a come salvaguardare la continuità didattica per l’anno scolastico 2019/2020.
‘Perché il bailamme che si andrebbe a creare andando a far perdere la cattedra, magari anche dopo averla confermata per qualche settimana – ha spiegato Marcello Pacifico – sarebbe così grande, da rischiare di compromettere anche la regolarità dello stesso anno scolastico.

Come faranno le scuole dove la maggior parte degli insegnanti è precaria, purtroppo molte, ad affrontare un ricambio così massiccio di personale docente in corso d’anno? Chi garantirà agli alunni, a partire da quelli disabili con docente di sostegno, la possibilità di non avere contraccolpi da questo ‘travaso’ gratuito e insensato di insegnanti?’ La prima soluzione, stando alle notizie giunte, sarebbe infatti quella di assumere nuovamente con riserva.

Continua a leggere

Seguici! Basta un like alla nostra FAN PAGE