Fatti Esteri Gossip

Lady Diana, dopo 23 anni la confessione choc del maggiordomo: “Fu lasciata solo dopo la morte, ho approfittato della situazione. Cosa le feci”. 

Lady Diana fu lasciata da sola durante la veglia notturna prima del funerale, per questo motivo il maggiordomo ebbe il tempo di compiere un clamoroso gesto. Durante la veglia funebre Lady Diana fu lasciata da sola, ma fu il maggiordomo ad approfittare della situazione per fare un qualcosa di inaspettato e mai raccontato.

La morte di Lady Diana

Lady Diana ha lasciato questo mondo in una notte di agosto, quando l’auto con la quale transitava in  tunnel a Parigi insieme al fidanzato Dodi Al Fayed si schiantò violentemente, ed è ancora così vivo questo suo ricordo, che è sempre bene ricordare quanto questa donna sia importante e viva ancora attraverso le azioni di Harry e William. I tasselli e le rivelazioni emergono continuamente e piano piano si riescono a ricostruire tutti gesti e le parole che sono stati fatti durante la sua breve ma intensa vita da Principessa del Popolo.

Leggi anche: Lady Diana, la scoperta choc: “Ingaggiata nel famoso sequel con Kevin Costner, avrebbe iniziato le riprese dopo il viaggio a Parigi”

Il gesto del maggiordomo

Come rivelato dal Daily Mail anche il maggiordomo di corte fece un gesto inaspettato, durante la veglia funebre di Diana Spencer. Quella notte nessun membro della famiglia reale si presentò per starle vicino, così Paul Burrel decise di compiere un piccolo gesto, per lui importante al fine che venisse seppellita e ricordata come di dovere.

Burrel ha tenuto tutto questo nascosto per molti anni, sino a rivelarlo alla conduttrice Lisa Oldfield – famosa in Australia – così da poterlo divulgare nel resto del mondo. Il maggiordomo quella notte si è avvicinato al corpo di Diana e, senza farsi vedere, le mise la spilla indicante lo status reale di Principessa donatale dalla Regina Elisabetta II e toltale dopo il terribile divorzio con il marito Carlo. Un piccolo gesto per restituirle, per l’eternità, il titolo che le spettava di diritto.

Leggi anche: Camilla come Diana, Ecco con chi l’ha tradita Carlo. “E’ sconvolta, ma chi la fa l’aspetti” La terza donna è lei

Morte di Diana 23 anni fa: Cosa accadde

Il 31 agosto 1997 Diana, a 36 anni, un mese e 29 giorni, rimane vittima di un incidente automobilistico sotto il tunnel del Pont de l’Alma a Parigi, insieme con il suo compagno Dodi Al-Fayed, quando la loro Mercedes, guidata dall’autista Henri Paul, si infrange contro il tredicesimo pilastro della galleria. Sabato 30 agosto, a fine serata, Diana e Dodi partono dall’Hôtel Ritz di Parigi, in Place Vendôme, sulla loro Mercedes S 280, seguendo la riva destra della Senna per raggiungere l’appartamento privato di Dodi. Poco dopo mezzanotte imboccano la galleria de l’Alma, seguiti da fotografi e da un cronista.

Nello schianto, Dodi Al-Fayed e l’autista Henri Paul muoiono sul colpo. Trevor Rees-Jones, guardia del corpo di Dodi, seduto sul sedile anteriore e il solo ad avere la cintura di sicurezza allacciata, è gravemente ferito ma sopravviverà. Lady D, liberata dal groviglio di lamiere, è ancora viva e dopo i primi soccorsi prestati dal dottor Maillez, per caso sul posto, viene trasportata da un’ambulanza all’ospedale Pitié-Salpêtrière, dove arriva alle 2 circa. A causa delle gravi lesioni interne, viene dichiarata morta due ore più tardi.

La conferenza stampa per l’annuncio ufficiale della morte viene fatta alle 5:30 da un medico dell’ospedale, dal Ministro dell’interno Jean-Pierre Chevènement e da Michael Jay, ambasciatore del Regno Unito in Francia. Verso le 14, il principe Carlo e le due sorelle di Diana, Lady Sarah McCorquodale e Lady Jane Fellowes, arrivano a Parigi per l’identificazione e ripartono con la salma della principessa 90 minuti dopo.

Ci sono ancora dubbi sulle cause dell’incidente, tanto che per molto tempo si è parlato di complotti e verità nascoste, parlando della possibilità che la madre del principe William e del principe Harry possa esser stata vittima di un assassinio organizzato dai servizi segreti britannici in quanto con la sua figura e il divorzio dal principe Carlo (secondo alcune rivelazioni sul matrimonio, lui non l’avrebbe mai amata) avrebbe messo in pericolo la stabilità della corona britannica.

La maledizione dei Windsor, Ecco La verità sulla scelta di Harry, “Avrebbero ucciso anche Meghan come mia madre”. Cosa si è scoperto

Voi che ne pensate? Credete ad  Anonymous? fatecelo sapere commentando anche Su Facebook e su INSTAGRAM