Affari

Batosta Prelievo Bancomat, Dal 1 luglio chiudono gli sportelli di queste Banche. Ecco chi non potrà più prelevare

La banca ING ha annunciato la chiusura di tutti i suoi sportelli Bancomat in Italia a partire dal 1 luglio. E’ già da tempo che il mondo si sta avviando verso l’eliminazione dei contanti, e la pandemia di Covid-19 ha agevolato il cambiamento. I pagamenti online sono rintracciabili e utili a combattere l’evasione fiscale e non solo. Si aggiunge la comodità di non tenere molti soldi in borsa e di poter immediatamente bloccare una carta in caso di furto. Così, alcune banche stanno cercando di velocizzare il procedimento e adesso vedremo anche molte delle casse automatiche chiudere.

ING è una banca olandese che vanta circa 1 milione 300 mila clienti. Il gruppo ha spiegato che la richiesta delle persone che si avvalgono dei suoi servizi è ormai per il 90% online. Inutile tenere aperti gli sportelli Bancomat. “Stiamo evolvendo verso un modello cashless e sempre più mobile first. Questo per rispondere alle preferenze dei nostri clienti”. Sono queste le parole con cui Alessio Miranda, Country Manager di ING in Italia, ha spiegato la decisione. Gli utenti del gruppo non potranno più prelevare soldi contati fuori le loro banche a partire dal 1 luglio.

LEGGI ANCHE—> Prelievo al Bancomat, cambia tutto da lunedì. Ecco il massimo che potrai prelevare, attenzione alle maxi multe

Per i prelievi agli sportelli Bancomat ci si potrà però spostare in altre banche, e sarà un servizio gratuito per tutto coloro che hanno contratto con ING con modulo zero vincoli, per chi ha aperto il conto prima di novembre 2018, per cli preleva più di 50 euro. Al contrario, per i prelievi inferiori a 50 euro di clienti che non hanno il modulo a zero vincoli, il costo del prelievo è rispettivamente di 0,45 e 0,75 euro. Tutte le altre operazioni bancaria rimarranno disponibili per i clienti ING tramite sito, app, servizio clienti e chat. Non solo, gli utenti potranno richiedere un incontro dal vivo.

Basterà prenotare online un appuntamento. Per quanto riguarda gli investimenti, si può richiedere una conversazione con un Financial Coach. Non solo i prelievi Bancomat, anche i versamenti dovranno essere effettuati online. Verrà quindi eliminato il servizio di alimentazione Conto Arancio che prevede il versamento di contanti da parte dei titolari del conto bancario ING. Per incrementare i propri fondi, il cliente dovrà necessariamente fare un bonifico o un giroconto.

LEGGI ANCHE—> Super regalo di Natale da Poste Italiane: 160 euro per chi ha una Postepay o Bancoposta. I soldi direttamente sulla carta. Come averli

Verranno poi aperti degli Arancio Store e degli hub, “luoghi che valorizzano la relazione umana e dove vengono offerti i servizi a maggior valore aggiunto come i mutui, prestiti e i prodotti di investimento”. La ING non è l’unica banca che sta avviando questo nuovo modo di scambio di valuta chiudendo gli sportelli Bancomat. E le novità riguardo i gruppi bancari sono molti. Non tutte positive per i correntisti. A marzo la FinecoBank, ad esempio, ha chiuso i conti con oltre 100 mila euro quando il cliente non investe o finanzia. Invece Unicredit e Bper hanno introdotto nuove commissioni su grandi giacenze e aumentato i costi sul canone. Per restare aggiornato Continua a leggere altre notizie su Piudonna.it e dal tuo cellulare su FacebookInstagram e Google News.