Salute

Ritirati 7mila vasetti di famoso miele: “Allarme pesticidi, state attenti, pericolo alto” Ecco qual è

Ritirati 7mila vasetti di famoso miele: “Allarme pesticidi, state attenti, pericolo alto” Ecco qual è

Confezioni di miele con etichette false pronte per essere messe in vendita sul mercato. Un’operazione del RAC di Salerno (Carabinieri per la Tutela Agroalimentare) ha impedito che la frode alimentare andasse in porto: i militari hanno infatti sequestrato presso una famosa ditta di distribuzione di Battipaglia oltre 7.000 vasetti di miele con etichettatura non a norma di legge.

Si tratta di ben 7.164 barattoli, pari a 36 quintali di prodotto per un valore commerciale di 50.000 euro. Dal controllo è emerso che i prodotti erano stati confezionati in violazione della normativa di settore, poiché muniti di etichette prive delle indicazioni obbligatorie, ma riportanti invece indicazioni fallaci.

Questi vasetti non arriveranno, dunque, sulla tavola dei consumatori ma l’attenzione di chi è deputato ai controlli resta sempre altissima, soprattutto in considerazione del fatto che la produzione di miele è sempre più minacciata dall’uso di pesticidi e maltempo. E quando la raccolta è scarsa, aumenta il rischio di frodi per rispondere alla domanda del mercato. Il pericolo è quindi alto e si consiglia di non comprare miele che non sia certificato e notoriamente conosciuto

Iscriviti al gruppo Facebook del Ministero della salute per aiuto e comunicazioni ai consumatori

Pezzi di vetro nelle merendine al cioccolato: Il Ministero le ritira: “Sono pericolose non mangiatele”

Il ministero della Salute ha comunicato il ritiro dal mercato di un lotto di budino al cioccolato Bio Schokopudding (nelle confezioni da 150 grammi) prodotto dall’azienda Molkerei Sobbeke con sede dello stabilimento in Germania all’indirizzo Amelandsbruckenweg 131 a Gronau – Epe.

ll provvedimento si è reso necessario perché all’interno delle confezioni sono stati rinvenuti frammenti di vetro. Si tratta del lotto con scadenza 09-08-2019. L’azienda ha già provveduto a ritirare i prodotti dagli scaffali ma il rischio è per i consumatori che hanno già acquistato il budino: a questi l’azienda raccomanda di non consumare il prodotto e riportarlo al punto vendita per il rimborso.