Scuola

Scandalo a scuola, libri lanciati dalla finestra, il Prof Rinuncia all’insegnamento e viene spostato in segreteria

Scandalo a scuola, libri lanciati dalla finestra, il Prof Rinuncia all’insegnamento e viene spostato in segreteria

Deriso e frustrato un professore campano lascia la cattedra per sempre. Un docente è stato così destinato ad incarichi esclusivamente amministrativi in segreteria a causa del comportamenti ostracista e psicologicamente violento dei suoi allievi.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è arrivata alla fine dell’anno scolastico scorso. Tutto è accaduto nel Cilento.

Nel corso di una lezione l’insegnante era stato costretto a far i conti con il bullismo vero e proprio dei suoi alunni. Mentre spiegava concetti ai ragazzi, questi arrivavano anche a lanciare libri di testo fuori dalla finestra della classe.  «Dopo anni di insegnamento e studio non posso sopportarlo», lo sfogo del professore che ha chiesto di essere spostato in segreteria.

Dopo pochi mesi ecco l’addio alla cattedra e all’insegnamento maturato nei primi giorni di scuola. Troppo dolore per la derisione e la mancanza di rispetto degli studenti, alcuni dei quali sanzionati con provvedimento disciplinare. I fatti risalgono alla fine dell’anno scorso in un istituto superiore cilentano.

Da quel lancio del libro fuori dalla finestra il docente non si è più ripreso. Da allora ha deciso di chiudere la sua trentennale esperienza di insegnante ed educatore.

La vicenda, che ha scosso e non poco la comunità scolastica cilentana, filtra da ambienti dell’amministrazione scolastica provinciale. Quest’anno l’Ufficio scolastico ha ratificato il trasferimento a incarichi amministrativi di altri cinque docenti di scuole di ogni ordine e grado.

Un nuovo brutto episodio che purtroppo si aggiunge a tutta una serie di storie di ordinario bullismo nelle scuole italiane.

Pochi giorni, infatti, la storia di un’altra professoressa campana derisa e umiliata. La donna è stata vittima di cyberbullismo.

I suoi alunni, approfittando dello stato confusionale della donna l’hanno filmata mentre faceva l’appello ripetendo più volte il nome dell’alunno. Lo skatch è poi diventato un hashttage e la rete non ha perso tempo a farne dei video “divertenti”.

L’appello a tutelare i professore e gli insegnanti tutti è arrivato anche dal conduttore Bruno Vespa. Nel corso di una puntata di Porta a Porta, programma politico, in onda in seconda serata su Rai Uno, ha invitato il Ministro dell’Istruzione Fioramonti a tutelare la figura del docente punendo severamente i ragazzi che usano violenza psicologica su questi ultimi.

Continua a leggere

Seguici, basta un like!