Gossip

Tiberio Timperi choc, il retroscena bomba su Raffaella Carrà: “Trattata malissimo, Ecco che le hanno fatto prima di morire”

tiberio-timperi-raffaella-carra

Tiberio Timperi ha criticato il mondo della televisione e la piega che sta prendendo, lasciando molto spazio agli influencer e troppo poco ai veri professionisti del mestiere. Siamo nell’epoca dei social e ottenere un elevato numero di like sembra più importante di raggiungere lo share più alto del giorno. I nuovi Vip nascono da Instagram e Tik Tok. Addio alla gavetta, al giornalismo, alle conduzioni radiofoniche, agli affiancamenti ai grandi della televisione. Il primo Tommaso Zorzi vince il Grande Fratello Vip e subito diventa opinionista a L’Isola dei Famosi. A breve lo vedremo ovunque.

Ma Tiberio Timperi non ci sta e ha intenzione di dire la sua. I vertici delle reti più importanti dovrebbero rendersi conto che così facendo perderanno la qualità. Persone senza esperienza né talento si ritroveranno a gestire le varie trasmissioni. Sicuramente gli influencer hanno la capacità di catturare il loro pubblico con contenuti più o meno importanti, ma c’è da dirlo: lasciamo agli influencer il lavoro degli influencer e ai presentatori il lavoro di presentatori. Impossibile pensare di arrivare a condurre Ballando con le Stelle o C’è Posta per Te mettendo i giusti video su Instagram.

LEGGI ANCHE—> Rai in Lutto: L’annuncio choc di Tiberio Timperi in diretta: “Un amico, è morto all’improvviso per Coronavirus”

Bisogna fare una gavetta e questa gavetta bisogna farla dietro le telecamere, crescendo professionalmente di programma in programma. Così ha fatto Tiberio Timperi, che nel corso di un’intervista ha ricordato i suoi inizi. “Quando sono arrivato in Rai mi hanno offerto la metà di quello che prendevo in Fininvest. Un dirigente mi ha chiesto se ero matto”. Ma lui ha deciso di lasciare la sua carriera per dedicare la sua vita a questa nuova avventura, che lo ha portato oggi a essere il padrone di casa a Uno mattina in famiglia, insieme a Monica Setta e a Ingrid Muccitelli.

A dargli questo spazio fu Michele Guardì, storico autore e produttore della trasmissione per il quale nutre profonda stima e rispetto. “Per me Guardì è una sorta di vice-padre. A lui devo gratitudine e riconoscenza per tutto ciò che sono riuscito a fare”. Finito il tempo dei ricordi e della malinconia, giunge il tempo di guardare al futuro e Tiberio Timperi non è contento di quello che vede: “Sono dell’idea che la televisione abbia bisogno di una grammatica tutta particolare e non semplicemente di chi prende like sui social” ha affermato, facendo capire di non apprezzare molto i nuovi volti televisivi.

Leggi anche: Lutto choc per Romina Power, Il messaggio straziante sui social: “Sei nel mio cuore da più di 50 anni. Sono distrutta”

“Nel nostro mestiere non si invecchia mai ma si migliora sempre secondo me. Eppure abbiamo visto artisti come Raffaella Carrà lavorare poco e professionisti come Jocelyn ridotti ad un oblio immeritato”. Fortuna che per Tiberio Timperi ancora non è giunto questo momento e che i nuovi influencer non gli hanno ancora soffiato il posto di presentatore di Uno mattina in famiglia. Anche se di questo passo tutto può succedere. Per il momento, gli altri conduttori hanno accolto nei loro studi la categoria emergente, piegandosi al loro successo. Che anche loro apriranno gli occhi ribellandosi? Per continuare ad avere news seguiteci anche sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM 

tiberio-timperi-raffaella-carra
tiberio-timperi-raffaella-carra