Fatti

Tragedia in Italia, Auto sui passanti nel sabato notte: 6 morti e 11 feriti. Tutti giovanissimi. Cosa è accaduto

Tragedia in Italia, Auto sui passanti nel sabato notte: 6 morti e 11 feriti. Tutti giovanissimi. Cosa è accaduto

È di 6 morti, tutti molto giovani, e 11 feriti il bilancio di un tragico incidente stradale avvenuto la scorsa notte a Lutago, in Valle Aurina in Alto Adige. Secondo le prime informazioni, verso le ore 1.15 un’auto ha centrato a grande velocità un gruppo di persone che si trovava sul bordo della strada. Si tratterebbe di turisti tedeschi.

Sono 160 i soccorritori intervenuti. I vigili del fuoco hanno allestito sulla strada un tendone per le prime cure dei feriti che poi sono stati trasportati con le ambulanze negli ospedali di Brunico, Bressanone e Bolzano. Si è messo in volo anche l’elisoccorso dell’Aiut Alpin Dolomites, dotato di visori notturni, che ha portato una donna in gravi condizioni alla clinica universitaria di Innsbruck, in Austria. L’auto del guidatore era completamente distrutta.

Sono tutti giovani cittadini tedeschi le vittime coinvolte nell’incidente in Valle Aurina, in Alto Adige. Dopo aver passato la serata in un locale, la comitiva si trovava accanto a un pullman turistico quando è stata centrata in pieno da un’auto guidata da un cittadino italiano. Sei giovani sono morti sul colpo, mentre 11 hanno riportato ferite. Tre sono in gravi condizioni.

Tra loro una donna che è stata trasferita d’urgenza di notte con l’elicottero del Aiut Alpin alla clinica universitaria di Innsbruck, in Austria. Chi guidava l’auto è un uomo del posto di 28 anni, di Chienes. Secondo le prime informazioni, avrebbe avuto un tasso alcolemico molto elevato. Si trova attualmente all’ospedale di Brunico per accertamenti.

Continua a leggere

Per restare sempre aggiornato, aggiungi ai tuoi contatti su smartphone il numero 3512269204 e invia un messaggio WhatsApp con testo “NEWS”. Il servizio è completamente gratuito! In qualsiasi momento sarà possibile disdirlo inviando un messaggio con testo “STOP NEWS” allo stesso numero.

Seguici, basta un like!