Lavoro Scuola

Miur, Al via MAXI CONCORSO ATA: 203 Mila assunzioni. Ecco Il Bando e i posti per Regione

Miur: Al via MAXI CONCORSO ATA: 203 Mila posti di lavoro. Ecco il numero per Regione

Il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca comunica attraverso la nota del 11 giugno 2019 la dotazione organica di AMMINISTRATICI, TECNICI ed AUSILIARI della SCUOLA per gli anni 2019-2020, 2020-2021 e 2021-2022. Per i prossimi tre anni i posti per il personale ATA saranno 203.434

203Mila posti di lavoro PERSONALE ATA 2019 Decreto MIUR

Le tabelle presenti nel documento indicano la ripartizione dei posti per gli Assistente Amministrativo, Assistente Tecnico e Collaboratore Scolastico. Di seguito maggiori informazioni

A livello REGIONALE ecco la riparizione:

n. 5.037 posti – Abruzzo;
n. 2.652 posti – Basilicata;
n. 9.206 posti – Calabria;
n. 22.721 posti – Campania;
n. 13.380 posti – Emilia Romagna;
n. 4.073 posti – Friuli Venezia Giulia;
n. 18.285 posti – Lazio;
n. 4.665 posti – Liguria;
n. 29.607 posti – Lombardia;
n. 5.952 posti – Marche;
n. 1.315 posti – Molise;
n. 14.270 posti – Piemonte;
n. 14.768 posti – Puglia;
n. 6.483 posti – Sardegna;
n. 19.851 posti – Sicilia;
n. 12.450 posti – Toscana;
n. 3.365 posti – Umbria;
n. 15.354 posti – Veneto.

Per il prossimo anno scolastico i posti disponibili sono:

n. 46.932 posti – profilo di Assistente Amministrativo
n. 16.178 posti – profilo di Assistente Tecnico
n. 131.143 posti – profilo di Collaboratore Scolastico;
n. 7.859 posti – profilo di Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi (DSGA)

decreto MIUR

Dopo 17 anni di affidamento delle scuole alle cooperative esterne ritornano i BIDELLI assunti dallo stato.

Infatti, è impensabile che negli ultimi 20 anni lo Stato abbia continuato a preferire l’attuale sistema che oltre ad essere meno efficiente è anche più oneroso. Affidarsi a dei servizi esterni per la pulizia delle aule, tramite un sistema di appalti, ha reso più bassa la qualità

RIEPILOGO PERSONALE ATA Personale amministrativo, tecnico e ausiliario

Area A: Il Collaboratore scolastico è addetto ai servizi generali della scuola con compiti di accoglienza e di sorveglianza degli alunni, nei periodi antecedenti e successivi alle attività didattiche, di pulizia dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi, di vigilanza e assistenza durante il pasto, di custodia e di sorveglianza generica sui locali della scuola e di collaborazione con i docenti.

Area As: Collaboratore scolastico addetto all’azienda agraria è addetto prevalentemente alle aziende agrarie nelle scuole con indirizzo agrario o forestale.

Area B: Assistente amministrativo può essere addetto, con responsabilità diretta, alla custodia e alla registrazione del materiale. Ha competenza nella tenuta dell’archivio e del protocollo. Esegue attività lavorativa richiedente specifica preparazione professionale e capacità di esecuzione delle procedure anche con l’utilizzazione di strumenti di tipo informatico.

Assistente tecnico dà supporto tecnico allo svolgimento delle attività didattiche. Garantisce l’efficienza e la funzionalità dei laboratori.

Cuoco lavora nelle mense dei convitti delle scuole secondarie di secondo grado.

Infermiere come la figura del cuoco è prevista nelle scuole con convitto annesso.

Guardarobiere figura professionale sempre legato alle scuole con convitto annesso.

Area C: Coordinatore amministrativo ha autonomia operativa e responsabilità diretta nell’esecuzione degli atti di ordine amministrativo contabile di ragioneria e di economato. Coordina gli addetti dell’area B e può sostituire il DSGA (Direttore dei servizi generali e amministrativi).
Coordinatore tecnico svolge servizi tecnici nell’area di riferimento assegnata, si occupa della conduzione tecnica dei laboratori, delle officine e dei reparti di lavorazione e coordina più addetti dell’area B.

Area D: Direttore dei servizi generali e amministrativi sovrintende, con autonomia operativa, ai servizi generali amministrativo-contabili. Organizza le attività di tutto il personale ATA. Rappresentanti del personale formano, insieme al dirigente scolastico, ai rappresentanti degli insegnanti, ai rappresentanti dei genitori e degli studenti (questi ultimi solo per le scuole secondarie di secondo grado), il Consiglio d’Istituto.

Continua a leggere

Seguici, basta un like!