Fatti

Tragedia a Poste Italiane: Giovane dipendente di 36 anni muore davanti a colleghi e clienti. “Tutti sotto choc”

Tragedia a Poste Italiane: Giovane dipendente di 36 anni muore davanti a colleghi e clienti. “Tutti sotto choc”

Una vera e propria tragedia si è consumata in un ufficio postale di Castello di Cisterna, comune della città metropolitana di Napoli. Una dipendente di 36 anni ha avvertito un malore improvviso, si è accasciata al suolo ed è morta. E’ accaduto nel pomeriggio di lunedì, un dramma che ha sconvolto l’intera comunità di Pomigliano d’ Arco, dove la vittima viveva.

Immediata la chiamata ai soccorsi da parte di chi ha assistito alla scena, ma quando gli operatori del 118 sono giunti sul posto purtroppo non c’era più nulla da fare, la donna era già morta, stroncata probabilmente da un arresto cardiocircolatorio. Sconvolti i clienti presenti all’interno delle Poste.

I funerali si sono tenuti nella chiesa di Santa Maria del Sufragio. In queste ore in molti si stanno stringendo al dolore dei familiari, una morte così improvvisa lascia di stucco anche chi non conosceva la vittima. Tutti i colleghi e il personale delle Poste hanno presenziato al funerale della giovane dipendente.

Poste Italiane a lutto anche per Luciano

Si è spento Luciano Vicario, 52 anni. L’uomo era molto conosciuto in città, fratello di Luigi, storico dipendente dell’ufficio postale di via Madonna dell’Olio di Aversa. Luciano lascia nel dolore e sconcerto tutti coloro che lo hanno conosciuto, immenso il dolore della moglie Maria Virgilio e dei due figli Salvatore ed Adriana. Questo è l’ennesimo lutto prematuro che colpisce i nostri territori.

I funerali si sono celebrati a Parete dove Vicario abitava presso la Chiesa San Pietro Apostolo alle 10:00, poi la salma è stata trasportata presso il cimitero di Aversa. Tantissimi i presenti alla funzione religiosa per dare l’ultimo saluto a un padre affettuoso, un marito devoto, un onesto lavoratore, un amico sincero. Numerosi i messaggi di cordoglio giunti alla famiglia, presente anche una folta delegazione di funzionari ed impiegati delle Poste Italiane, per dire addio a Luciano.