Fatti

Ultim’ora Denise Pipitone, Il Gruppo sanguigno coincide. Piera Maggio ringrazia tutti. Cosa sta succedendo

Denise Pipitone

Nella puntata di venerdì 2 aprile 2021 di Storie Italiane la madre di Denise Pipitone, Piera Maggio, ha fatto recapitare un messaggio. La donna ha ringraziato tutti per la solidarietà dimostrata. Tante le persone che in questo momento sono vicino a lei e alla sua famiglia in questo momento: “Siamo speranzosi. La speranza di poterla trovare e riabbracciare non l’abbiamo persa e mai la perderemo” Tante le notizie su Denis Pipitone da quando è scomparsa nel lontano 2001. Tante le segnalazioni arrivate, alcune delle quali hanno meritato e continuano ad essere approfondite.

Mercoledì scorso Piera Maggio è intervenuta con un messaggio vocale a Chi l’ha Visto, che ha fatto il boom di ascolti perché Federica Sciarelli ha trattato il caso Denise Pipitone. La donna siciliana, anche in quell’occasione, ha affermato che l’Italia non ha mai dimenticato la sua bambina. Nei giorni scorsi i riflettori sulla sparizione di Denise sono stati riaccesi dopo che una ragazza di vent’anni russa, Olesya Rostova, ha lanciato un appello nella tv di Mosca per trovare la sua mamma, raccontando di essere stata rapita da piccola e di essere finita nel 2005 in un campo rom.

LEGGI ANCHE—> Denise Pipitone, le prime parole di Olesya: “Mammina mia non ti ho dimenticato, ti ho sempre cercato”

Denise Pipitone news, prelevato il DNA da Olesya Rostova: si attendono aggiornamenti

La notizia è arrivata in Italia: Olesya Rostova è Denise Pipitone? Una ragazza senza nome, senza documenti, una ragazza che non ricorda nulla della sua famiglia, una ragazza che assomiglia a Piera Maggio, ma anche a Pietro Pipitone. Notizie dell’ultima ora è che è stato prelevato il Dna dalla ragazza per confrontarlo con quelli dei genitori di Denise. Infatti il gruppo sanguigno di Denise e Olesya coincide quindi si è passati al prelievo del dna che darà la certezza o meno della sua identità.

Come ha assicurato Piera, tutti vogliamo e dobbiamo rimanere con i piedi per terra, ma la speranza è davvero grande alla luce delle notevoli somiglianze e delle immagini mostrate dalla Sciarelli. L’avvocato della famiglia, Frazzitta, ha dichiarato che basta un messaggio Whatsapp per sapere se coincide con quello di Denise, ma ancora non è arrivato niente. Intanto il Dna della ragazza è stato confrontato anche con un’altra donna, la cui bambina è stata rapita nello stesso anno di Denise e non combacia.

Una ulteriore speranza per la famiglia che ora attende solo il risultato del tst del Dna che dovrebbe arrivare nelle prossime ore. A Repubblica ha aggiunto che se entro oggi non arriverà una risposta interesserà l’ambasciata italiana a Mosca. Si attendono maggiori informazioni sul caso. Nelle prossime ore ci saranno sicuramente nuovi sviluppi sulla vicenda e potremo finalmente dire se Piera Maggio potrà riabbracciare o no la sua Denise.  Entra anche tu nel gruppo ufficiale di Chi l’ha visto

LEGGI ANCHE—> Benno Neumair, L’accusa choc della sorella “Ha ammazzato anche la nonna. Ecco cosa ha fatto”