Affari

Batosta clienti Poste italiane: Nuovi limiti di prelievo e ricarica e nuovi costi fissi. Ecco quanto si potrà prelevare e quanto vi scalano dal conto

Poste Italiane alla gamma delle carte Postepay ha aggiunto anche la Virtual, la carta prepagata che promuove il brand aziendale. Con essa le aziende possono effettuare ogni tipo di accredito sulla carta e allo stesso tempo offrire ai propri clienti una carta di pagamento. Ecco le principali caratteristiche ed i costi.

Caratteristiche Postepay Virtual di Poste italiane e costi

La Postepay Virtual di Poste italiane potrà essere richiesta soltanto dalle aziende. Ciò mediante la piattaforma di Corporate Banking di BancoPosta. I fondi, poi, saranno di proprietà del titolare che potrà ricaricare ed utilizzare la carta per le proprie spese. Essa verrà inviata al domicilio del titolare che poi potrà attivarla recandosi presso uno degli uffici di Poste Italiane.

La caratteristica principale della nuova carta di Poste Italiane sarà che si potrà disporre dell’associazione ad un codice iban sul sito di postepay.it. In questo modo si potranno ricevere anche bonifici Sepa sulla carta. La quota di emissione per ciascuna carta Postepay Virtual sarà di 5 euro mentre la ricarica da BancoPostaImpresa online sarà di 1 euro a singola ricarica. Il plafond massimo sarà poi di 3.000 euro mentre l’importo massimo di ricarica sarà di 50 mila euro all’anno sul totale di tutte le carte nominative intestate al medesimo titolare.

LEGGI ANCHE—> Poste Italiane anticipa fino a 3000 euro per le feste di Natale: Solo per chi ha la Postepay o BancoPosta. Ecco come fare

Limiti di utilizzo e prelievi (costi)

Con la Postepay Virtual si potrà prelevare al massimo la cifra di 250 euro al giorno da Atm Postamat e Bancario. Sarà, invece, di 3.000 euro da uffici postali abilitati (Pos). Poste italiane comunica che dal 1 aprile 2020 non è più possibile prelevare con carta di debito BancoPosta e Postepay in alcuni paesi esteri. Ciò per contrastare e prevenire l’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio. I paesi sono i seguenti: Congo, Pakistan, Nigeria, Uganda, Iraq, Repubblica democratica popolare del Laos, Afghanistan, Guyana, Vanuatu e Benin. Le commissioni per i prelievi con la carta Postepay Virtual saranno invece le seguenti:

  • gratis da ATM Postamat,
  • costeranno 1 euro da uffici postali abilitati,
  • avranno un costo di 2 euro da ATM bancario abilitato ( in Italia e Paesi Euro) ed infine
  • 5 euro da ATM bancario abilitato nei Paesi non Euro ed in più si pagherà l’ 1,10% dell’importo del prelievo e ciò dal 1° luglio 2018.

LEGGI ANCHE—> Poste Italiane presa d’assalto: Da oggi arriva il Bonus da 500 euro per tutti direttamente sul conto Postepay. Ma bisogna fare in fretta! Ecco come averlo

Poste Italiane: Limiti di ricarica carta PostePay classiche. Le novità 2020

Per il 2020 Poste Italiane comunica che la ricarica massima per le carte PostePay è di tipo giornaliero e annuale, inoltre esiste anche un limite di denaro che si può avere sulla carta. Vediamo meglio di cosa si tratta. Esiste un limite di ricarica massima giornaliera e anche un limite di ricarica PostePay massima annuale e anche il limite massimo di denaro che si può tenere sulla carta.

Partiamo con PostePay Junior. PostePay Junior di Poste Italiane è riservato ai minorenni e a quei soggetti che non possono ancora diventare titolari di un rapporto contrattuale e che hanno bisogno del permesso dei genitori per avere una carta. I limiti di ricarica per la PostePay Junior sono:

  • Limite ricarica per una singola operazione: 500 euro per operazione, massimo di ricarica 1.000 euro al giorno;
  • Limite per una ricarica annua: 50.000 euro, somma totale di tutte le carte PostePay associate ad uno stesso titolare;
  • Il plafond massimo utilizzabile è di 1.000 euro;

La carta Junior PostePay ha ovviamente i limiti più bassi, una volta che si potrà disporre del conto consigliamo di passare ad una PostePay standard. PostePay Standard, è la carta classica offerta da Poste Italiane. Ecco i limiti operativi:

  • Limite di ricarica in operazione singola: 3.000 euro, con un massimo di 2 ricariche giornaliere da parte dello stesso ordinante, si può superare il limite facendo la ricarica tramite un soggetto terzo;
  • Limite di ricarica annua: 50.000 euro, calcolato in base a tutte le carte intestate allo stesso soggetto;
  • Il plafond massimo è di 3.000 euro;

PostePay Evolution è adatta a chi non può rimanere entro i limiti delle carte classiche e ha necessità di un servizio più ampio con meno limiti. Per la PostePay Evolution i limiti sono i seguenti:

  • Limite di ricarica giornaliero: 3.000 euro per ogni singola operazione, con 2 ricariche al giorno;
  • Limite di ricarica annua da 100.000 euro nell’insieme delle carte dello stesso titolare;
  • Il plafond massimo è di 100.000 euro;

PostePay Standard, PostePay Junior e la PostePay Evolution hanno dei costi di gestione simili. Non è possibile rimuovere i limiti delle carte. Se i limiti sono troppo restrittivi è necessario richiedere un altro servizio ad un altro ente o ad una banca. Gli istituti bancari danno la possibilità di avere dei limiti della carta più alti.

Limite di prelievo carta PostePay

Poste Italiane comunica che per PostePay Il limite di prelievo giornaliero è di 250 euro dagli sportelli automatici bancari e dagli sportelli automatici Postamat. Presso gli uffici postali si può prelevare senza avere limiti e si può decidere di ritirare anche l’intera somma accumulata sulla propria carta PostePay.

Non ci sono limiti per i pagamenti, il solo limite da rispettare è, ovviamente, dato dal denaro disponibile sulla propria carta. Non ci sono commissioni da pagare per i pagamenti, le ricariche e prelievi hanno invece dei costi diversi. Per le ricariche c’è un costo di 1 euro presso uffici postali, dal sito web o in un ATM Postamat con le carte che aderiscono al circuito Postamat.

È possibile fare la ricarica anche da sim PosteMobile abilitata o da un portalettere con POS. Il costo di ricarica ammonta a 2 euro se viene effettuata in uno dei punti vendita abilitati Sisal, o in quei punti vendita che sono collegati alla Banca ITB oppure nei punti vendita Snai. Se la ricarica viene effettuata negli sportelli automatici tramite una carta di pagamento che fa parte del circuito Visa, Mastercard, Maestro e Visa Electron, il costo per il servizio è di 3 euro.

Per prelevare i contanti si applica una commissione di 1 euro se sono effettuati tramite un ATM o un POS Postamat. Il prelievo costa 1,75 euro se viene effettuato negli sportelli automatici Visa o Visa Electron. Il costo arriva fino a 5,00 se il prelievo viene effettuato tramite gli sportelli Visa e Visa Electron nei Paesi esteri che non hanno l’euro come valuta. Per qualsiasi informazione aggiuntiva chiedi un appuntamento in uno qualsiasi degli uffici postali del territorio italiano o visita il sito internet di Poste Italiane.

LEGGI ANCHE—> Poste Italiane in Tilt “deve risarcire di 500 euro tutti i clienti”, Aduc: “Ecco il modulo per chiedere il rimborso. Compila Qui”

Per ricevere altri notizie continuate a seguirci Sulla nostra pagina Facebook e anche su INSTAGRAM

Continua a leggere altre notizie su Piudonna.it e dal tuo cellulare su Facebook, Instagram e Google News.