Fatti

Come conservare i cibi più a lungo e senza rischi: Mai le patate vicino le cipolle, Il latte al centro del frigo. Le indicazioni esatte

Come conservare i cibi più a lungo e senza rischi: Mai le patate vicino le cipolle, Il latte al centro del frigo. Le indicazioni esatte

Per scongiurare il rischio di contaminazioni batteriche, ricordati di tenere sempre divisi questi cibi. Quando inizia a fare più caldo la proliferazione batterica negli alimenti crudi è molto più alta rispetto al periodo invernale. Se volete scongiurare il pericolo di contaminazioni e infezioni alimentari, ricordatevi sempre di tenere divisi i cibi crudi da quelli cotti, sia sul piano di lavoro in cucina, sia nella conservazione in frigo.

«Bisogna sempre pulire il tagliere e lavarsi le mani tra la manipolazione di un cibo cotto e uno crudo – spiega Patrizia Laurenti, professore associato di Igiene degli alimenti all’Università Cattolica di Roma – così come in frigo sarebbe bene conservare gli alimenti crudi in contenitori con coperchio oppure con sopra una pellicola trasparente».

Leggi anche: Come sostituire il lievito di birra, Il trucco facile e istantaneo: Si chiama Licoli, Ecco come si fa a casa

Il motivo? I cibi cotti non contengono più batteri (la maggioranza, infatti, non sopravvive a temperature superiori ai 70 gradi), mentre quelli crudi ne contengono in abbondanza: se si trovano vicini o vengono usati gli stessi utensili o taglieri per lavorarli, potrebbe innescarsi una contaminazione batterica, con conseguenze sulla nostra salute.

Sì, perché dai piatti contaminati possono nascere oltre 200 malattie, avvertono gli esperti, la maggior parte di natura gastrointestinale: colpa dimicrorganismi patogeni, batteri come Salmonella e Shigella o virus dell’epatite A e norovirus, che possono intrufolarsi nel cibo oppure di batteri ‘buoni’ come i Lactobacilli, normali abitanti dell’intestino umano, che proliferano in eccesso per le alte temperature. Sapere come gestirli, però, attraverso norme igieniche e un po’ di attenzione può evitare questi rischi e garantirci piatti sicuri. Ecco tutto ciò che si deve sapere, secondo gli esperti dell’Oms.

Probabilmente conservi i cibi in modo sbagliato, per esempio il latte non va lì! I trucchi per mantenere la freschezza degli alimenti

Le tue banane diventano marroni troppo velocemente? Le tue verdure marciscono in frigorifero? Molti di noi buttano i cibi avariati nella spazzatura perché vanno a male prima che abbiano la possibilità di mangiarli. Secondo l’Environmental Protection Agency, le famiglie  buttano via in media, ogni anno, 1.300 euro di sprechi alimentari. Ma non deve essere così.

Abbiamo raccolto alcuni suggerimenti utili che potrebbero aiutarti a mantenere i cibi freschi più a lungo e conservare i prodotti nel modo giusto. Continua a leggere per smettere di sprecare cibo (e denaro), conservandolo in modo più intelligente.

Ecco i cibi che non vanno mai vicini e come conservarli per farli durare a lungo

Cibi freschi: Sciacquare i frutti di bosco in una soluzione semplice di acqua e aceto prima di metterli in frigo: 1 parte di aceto, 10 parti di acqua. Questo ucciderà tutte le spore della muffa che infettano i frutti di bosco. I lamponi dureranno fino a una settimana e le fragole fino a due.

Cibi freschi: Per mantenere fresche le banane, avvolgere i caschi nella pellicola. I caschi di banana producono gas etilene, che fa maturare la frutta più velocemente. Separare le banane avvolgendo singolarmente ogni casco in modo da mantenerle fresche più a lungo.

Cibi di forno: Il panettiere parigino Éric Kayser dice che non bisogna mai conservare il pane in frigorifero, poiché l’aria all’interno è più secca della pagnotta. Si dovrebbe, invece, avvolgerlo in un sacchetto di carta o in uno strofinaccio e tenerlo in un luogo asciutto, dove dovrebbe durare da due a quattro giorni. Evitare di conservare il pane in un telo di plastica, che lo rende raffermo e lo fa ammuffire più velocemente. Se vuoi conservare il pane più a lungo la soluzione migliore è metterlo nel congelatore, quindi tostarlo quando sei pronto per mangiarlo.

Cibi freschi: Conserva le erbe come faresti con un mazzo di fiori: in acqua. Ma con una variante: metti le erbe in un barattolo d’acqua e copri la parte sopra con una busta per mantenerle umide, quindi conservale in frigorifero. Lo stesso trucco funziona anche per gli asparagi.

 

Cibi freschi: Conserva la lattuga in un sacchetto coprendola con un tovagliolo di carta per assorbire l’umidità in eccesso e poi chiudilo ermeticamente. Quindi mettila nel frigorifero per evitare che le foglie si secchino.

Cibi freschi: Conserva gli avocado a temperatura ambiente fino a quando sono maturi e morbidi, quindi conservarli in un sacchetto di plastica nel frigorifero per 3-5 giorni. Avvolgi gli avocado che sono stati tagliati con cura nell’involucro di plastica per evitare che si ossidino – diventando così marroni. Per il guacamole, avvolgere l’involucro di plastica direttamente sulla superficie.

Cibi freschi: Conservate i pomodori in un sacchetto o in una scatola in un luogo fresco (ma non nel frigorifero) finché non sono maturi, quindi conservateli sul bancone. I pomodori troppo maturi possono essere messi in frigo, ma non è il posto migliore per loro. L’aria fredda impedisce loro di maturare e distrugge le loro membrane cellulari, rendendoli farinosi.

Cibi freschi: Anche agrumi e meloni dovrebbero rimanere sul bancone fino a quando non sono pronti per essere tagliati.

Cibi freschi: Non tagliare frutta, verdura o carne fino a quando non sei pronto per usarle, poiché l’esposizione all’aria farà seccare questi cibi o andranno a male più velocemente. Tagliare le verdure contribuisce anche a liberare i nutrienti e i composti bioattivi presenti in esse, quindi è meglio aspettare a tagliarle fino a quando non sei pronto per mangiarle.

Cibi a lunga scadenza: Cipolle, aglio e scalogno possono durare per circa due settimane in un luogo fresco, asciutto e scuro come la dispensa. Ma per far durare davvero le cipolle, prova ad  avvolgerle in collant appesi al muro. La circolazione dell’aria impedirà loro di ammuffire e dovrebbero rimanere fresche per circa sei mesi.

Come abbinare i cini insieme per farli durare di più: Conservare le patate con le mele aiuta a impedire loro di germogliare. Evitate invece di conservare le patate vicino alle cipolle, perché entrambe rilasciano umidità e gas che fanno sì che l’altro vada a male più velocemente. E tenete le patate fuori dal frigo: altrimenti quest’ultimo trasformerà l’amido in zucchero, il che cambierà il loro sapore e il modo in cui si cucinano.

Cibi da frigo: Il tuo formaggio ha bisogno di aria per star bene. Avvolgilo in carta tipo pergamena o cerata invece della pellicola o della carta stagnola. Altrimenti, si asciugherà perché non può respirare.

Cibi da frigo: Non conservare il latte nella porta del frigorifero, poiché le temperature in quella zona possono variare, causando un deterioramento più rapido del prodotto. Tienilo invece al centro del frigorifero.

Cibi da frigo: Il congelatore è il posto migliore per conservare il burro a lungo termine rispetto al frigorifero. Dan Souza, esperto di cucina e chef specializzato in scienze alimentari consiglia di tenere il panetto che stai usando in frigo, mentre il resto del pacchetto bisogna tenerlo congelato.

Cibi da dispensa: Il miele è il dolce regalo perfetto della natura. Rimane buono a temperatura ambiente per un’eternità, quindi non metterlo in frigo, dove si cristallizzerà.

Cibi da frigo: Negli Stati Uniti, le uova dovrebbero essere conservate vicino al fondo del frigorifero, dove è più fresco. Tuttavia in altri paesi le persone non conservano in frigorifero le uova, a causa delle differenze nel modo in cui le uova vengono prodotte e lavorate. Negli Stati Uniti, le uova vengono lavate e spruzzate con un disinfettante chimico per ridurre il rischio d’infezione da salmonella. Quelle uova pulite vengono mantenute a temperature più basse per evitare che si deteriorino. In Europa le uova non vengono lavate e quindi non devono essere refrigerate.

Cibi da dispensa: L’olio d’oliva dovrebbe rimanere in un luogo fresco e buio della tua casa fino a quando non sei pronto per usarlo. Non metterlo in frigo, però, perché lì si solidificherà.

Cibi da frigo: Conserva la carne nel cassetto inferiore del frigorifero, in modo che non goccioli su altri alimenti. Avvolgila con un doppio strato per evitare la contaminazione incrociata. Manzo e maiale dureranno uno o due giorni in frigorifero e tre o quattro mesi nel congelatore. Il pollo congelato durerà fino a nove mesi.

Cibi freschi. Non mettere alimenti che assorbono odori, come caffè e basilico, nel frigorifero. Se lo fai, potresti notare che inizieranno ad assorbire altri sapori. Invece, tienili sul bancone. Il basilico può essere conservato in acqua come le altre erbe.

Mantieni il tuo frigo pulito per evitare la formazione di muffe e altri microbi. Fagli una pulizia profonda ogni tre o quattro mesi. E non riempiamolo troppo: l’aria deve circolare per mantenere le cose fresche.

Cibi da dispensa: Per evitare che il tuo zucchero di canna si asciughi fino a formare un blocco solido, aggiungi alcuni marshmallow umidi o un pezzo di pane molliccio nel sacchetto o nel contenitore.

Cibi da dispensa: Conserva le spezie rosse – paprika, peperoncino e peperoncino in polvere – nel frigorifero per mantenerle più fresche e luminose. Luce e calore possono far sì che perdano colore e sapore.

Metti i tuoi avanzi di cibi in contenitori trasparenti così ti ricorderai di mangiarli prima che vadano a male.

Ricorda: solo perché qualcosa ha superato la sua data di scadenza, ciò non significa che devi buttarlo via subito. Le date sono solo un indicatore di quando i produttori considerano i cibi  più freschi, ma spesso rimangono buoni più a lungo. Per sapere per quanto tempo un determinato prodotto è sicuro da mangiare, puoi consultare fonti come StillTasty.com.

Ti sono stati utili questi consigli? condividi l’articolo e continua a seguirci sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM