Salute

Coronavirus, La spesa va tutta disinfettata? Ecco quali prodotti sono più pericolosi e quali no

Disinfettare tutta la spesa è davvero necessario? Cosa dicono gli esperti? E il ministero della Salute? E voi la state disinfettando? Disinfettare tutta la spesa è davvero necessario? Quali sono le accortezze da seguire per ridurre al minimo i rischi di contagio da Covid-19? Ecco cosa dicono gli esperti, il Ministero della salute e l’Istituto superiore di sanità, che fanno chiarezza e suggeriscono come comportarci.

Anche fare la spesa ai tempi del coronavirus sembra essere diventato difficile. E non solo per le lunghe file ai supermercati. C’è il timore che venire a contatto con le confezioni alimentari, ma anche con i prodotti freschi, possa veicolare il virus. Tant’è che secondo Raniero Guerra, membro della squadra di direzione dell’Oms, responsabile delle iniziative speciali, la spesa andrebbe lavata tutta: “Ritengo utile lavare tutto quanto” ha detto in un’intervista al Sole24ore.

Leggi anche: Come conservare i cibi più a lungo e senza rischi: Mai le patate vicino le cipolle, Il latte al centro del frigo. Le indicazioni esatte

Quindi, dobbiamo lavare davvero tutta la spesa? La risposta non è apertamente fornita dal Ministero della Salute. Insieme alla Federazione Italiana Cuochi (FIC), il dicastero ha realizzato un video in cui fornisce una serie di indicazioni su come comportarci al ritorno a casa per rispettare le principali regole di sicurezza alimentare.

L’indicazione è sempre la stessa: in primis, bisogna lavarsi le mani, soprattutto dopo aver toccato la spesa. Lo dice anche ‘Istituto superiore di sanità. A seguire, bisogna assolutamente lavare frutta e verdura. Poi bisogna gettare nei rifiuti il sacchetto utilizzato per portare gli alimenti in casa.

  • Lava sempre accuratamente frutta e verdura, soprattutto se desideri mangiarla cruda, sebbene questi prodotti siano considerati a basso rischio di trasmissione;
  • Lavati accuratamente le mani e assicura a casa una corretta igiene degli ambienti.

Precisa l’ISS che queste norme vanno adottate sempre, così come seguire buone pratiche igieniche durante la manipolazione, la preparazione e la conservazione dei cibi freschi e cotti.

Cosa fare quando torniamo a casa dopo aver fatto la spesa

Alessandro Circiello, chef ed esponente della FIC, raccomanda oltre al lavaggio delle mani, di gettare nei rifiuti il sacchetto utilizzato per portare gli alimenti in casa e di lavare subito accuratamente frutta e verdura prima di riporla in frigo.

Il virus rimane attaccato alle superfici delle confezioni dei prodotti?

Riguardo la possibile presenza del virus sulle superfici delle confezioni dei prodotti, a fornire la risposta è l’ISS secondo cui sulle superfici: “il virus può sopravvivere da qualche ora a qualche giorno se queste non vengono pulite o disinfettate o non sono esposte a sole e pioggia, ma anche che il virus è molto sensibile ai disinfettanti a base di cloro e alcol”.

Anche secondo il Ministero della salute: “il virus possa sopravvivere alcune ore, anche se è ancora in fase di studio. L’utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone”.

Va tenuto presente che il nuovo coronavirus si trasmette attraverso le goccioline (droplet) o per contatto attraverso le mani, quindi “la cosa fondamentale è rispettare le norme igieniche di corretto lavaggio delle mani” prosegue  l’ISS. Anche perché un eccesso di disinfettanti può essere dannoso:

I prodotti freschi sono più pericolosi?

No, spiegano le autorità sanitarie. Anche per i prodotti freschi valgono le buone norme igieniche consuete, che devono essere rispettate da chiunque manipola il cibo. In ogni caso, per maneggiare frutta e verdura è obbligatorio indossare i guanti forniti dal supermercato.

D’altra parte, il Ministero aveva già sfatato alcuni miti e fake news, tra cui quella secondo cui pane fresco o verdure crude possono essere contaminate dal nuovo coronavirus e trasmettere sicuramente l’infezione a chi li mangia.

Una sola regola: dopo la spesa lavare le mani

Ormai dovremmo saperlo tutti: lavare accuratamente le mani è la chiave per prevenire l’infezione. Secondo il Ministero della salute, dovremmo farlo accuratamente con acqua e sapone per almeno 60 secondi o se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcool (concentrazione di alcool di almeno il 60%). Il Ministero suggerisce di farlo sia dopo aver sistemato la spesa che prima di cucinare. Basta fare attenzione e seguire le normali norme igieniche.

Leggi anche: I 10 cibi da non conservare mai in frigorifero: pomodori, basilico, aglio e altri ancora. “Attenti diventano dannosi”. Come vanno conservati

Ti sono stati utili questi consigli? condividi l’articolo e continua a seguirci sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM