Fatti

Svolta nel caso Denise Pipitone, Il procuratore capo rivela: “E’ stata vista a Milano, al 90% è lei. Ecco cosa le è successo”

Il caso Denise Pipitone è stato riaperto e sull’argomento è intervenuto anche l’ex Procuratore Capo di Marsala. Il suo nome è Alberto Di Pisa ed è stato proprio lui a seguire le indagini sulla scomparsa della bimba di 4 anni, nel lontano 2004. Ospite su Rai 1 a Storie Italiane, la trasmissione condotta da Eleonora Daniele, ha spiegato il suo punto di vista. Probabilmente la bambina sarebbe stata prelevata fuori casa di sua nonna dalla sorella. In seguito a un passaggio da una persona è l’altra, sarebbe stata consegnata nelle mani dei nomadi. Da quel momento si sarebbero perse le sue tracce.

“C’è un’intercettazione in cui Jessica Pulizzi afferma di averla portata a casa di qualcuno, quindi si presume che abbia prelevato la bambina. Questo qualcuno si suppone l’abbia consegnata a qualcun altro che successivamente l’ha ceduta ai nomadi” Sono queste le parole usate da Alberto Di Pisa a Storie Italiane. Jessica è la figlia che il papà della piccola Denise Pipitone ha avuto con la sua prima moglie, Anna Corona. Il ruolo delle due donne nella scomparsa della bambina è sempre stato misterioso, e si pensa anche che le indagini siano state condotte in loro favore.

LEGGI ANCHE—> Svolta Denise Pipitone, Spunta una telefonata di Anna Corona, Si sente la voce della bambina “Stai zitta”. E’ lei

E’ risaltata agli occhi degli inquirenti l’amicizia che Anna Corona aveva con la fidanzata di uno dei poliziotti attivi nel caso. Anche Alberto Di Pisa ha confermato che non tutto quadra nel comportamento avuto dalla donna e sua figlia: “L’intercettazione in cui la Corona sottoponeva sua figlia Jessica a una sorta di interrogatorio su quelli che sono stati i suoi spostamenti a Mazara del Vallo la mattina del 1 settembre 2004 non era spontanea, le due sapevano di essere intercettate”. Non solo, si pensa che il silenzio intorno alla scomparsa di Denise Pipitone sia un vero esempio di omertà.

Anche Piera Maggio è intervenuta a chiedere di riascoltare tutti gli indizi e riprendere in esame la questione. La mamma di Denise Pipitone è stata ospite di Chi l’ha visto, programma condotto da Federica Sciarelli che non ha mai smesso di dare importanza al suo caso, anche quando aveva meno risonanza mediatica. “Chiedo che tutte le intercettazioni del caso vengano riascoltate con le nuove strumentazioni, molto più sofisticate rispetto al passato. Questo è quello che chiedo e che spero che venga fatto perché lì si parla di Denise, è quello l’oggetto del contendere”.

LEGGI ANCHE—> Angela Celentano, dopo 24 anni la confessione choc di una testimone: “So chi prese la bambina, ecco cosa le è successo”

Poi l’accusa ai suoi compaesani: “Credo che ci siano persone che possano dire cose molto importanti e venire a capo di tutta questa situazione”. Oggi Denise Pipitone avrebbe 21 anni e da quel primo settembre di lei non c’è stata più traccia. A Storie Italiane Alberto Di Pisa si è detto convinto che potrebbe essere la bimba vista a Milano da una guardia giurata: “Per me al 90% la bambina vista a Milano è lei per tanti motivi: la somiglianza fisica, il taglio che aveva sulla guancia sinistra e l’accento siciliano”. Ma la nomade che la portava con se non è stata fermata e ha potuto portare la bambina in qualunque posto. Entra anche tu nel gruppo ufficiale di Chi l’ha visto