Gossip

Tragedia a Sanremo, “E’ Morto. Un malore improvviso”. Il crollo di Amadeus e Fiorello: “Non ce l’aspettavamo”. Fan increduli

Al Festival di Sanremo dovrà esibirsi anche Il Volo, ma la performance è stata messa a rischio da un grave lutto che ha colpito uno dei cantanti. Ignazio Boschetto ha perso suo padre poche ore prima dell’inizio della gara tra cantanti italiani. Il siciliano si è spento in seguito a un malore improvviso, ma le cause del decesso non sono ancora conosciute. Anche la notizia è trapelata solo in seguito alla conferenza stampa di Amadeus. Il presentatore ha chiarito che nonostante il momento difficile Il Volo non sarebbe venuto meno agli impegni presi.

Ignazio Boschetto dovrà cantare con un peso nel cuore. Il legame con suo padre era davvero molto forte. Il siciliano si era trasferito a Bologna proprio per stare vicino a suo figlio. Era stato il primo a credere in lui e nella sua voce. Lo ha accompagnato ai provini di Ti lascio una Canzone, il programma di Rai 1 condotto da Antonella Clerici dove la vita di Ignazio è cambiata radicalmente, fino al successo di Sanremo. Sulle pagine social del cantante nessun riferimento al triste momento. Le uniche dichiarazioni arrivano dalla pagina fan dedicata a lui.

LEGGI ANCHE—> Terremoto a Sanremo prima del Festival, “L’ho beccata a letto con mio marito”. Il retroscena choc e l’abbandono dalla gara. Fan increduli

“Una notizia che rattrista molto e ci lascia sgomenti. È morto Vito Boschetto, papà di Ignazio de Il Volo. Sposato con Caterina Licari, Vito ha anche una figlia maggiore, Nina. Una famiglia molto unita che ha sempre sostenuto il figlio in lungo e in largo per l’Italia, facendolo studiare sino al successo ottenuto. Il 3 marzo Il Volo dovrebbe esibirsi sul palco del 71° Festival di Sanremo. Ma si attendono conferme dopo questa tragica notizia. Le mie condoglianze e del nostro gruppo a Ignazio Boschetto e ai familiari”. Le conferme sono arrivate e attendiamo ugualmente la loro esibizione.

Il Volo al Festival di Sanremo porterà una canzone che vuole essere un omaggio a Ennio Morricone, scomparso l’estate scorsa. A dirigere l’orchestra sarà proprio il figlio del famoso compositore, Andrea Morricone. Al fianco di Ignazio Boschetto, come sempre, ci saranno Piero Barone e Gianluca Ginoble. Sono stati i primi artisti italiani ad aver firmato un contratto diretto con una major statunitense, la Geffen. Interpretano brani perlopiù appartenenti alla tradizione classica italiana e internazionale, con stile e arrangiamenti moderni, e brani pop in chiave classica. Hanno inciso anche brani in lingua spagnola, inglese, francese, tedesca e latina.

LEGGI ANCHE—> Bomba al Festival, Amadeus ha fatto fuori Albano, il retroscena choc: “Ecco perchè mi ha escluso”. Fan increduli, lui furioso

Il gruppo ha vinto il Festival di Sanremo 2015 con il brano Grande amore; con lo stesso pezzo ha rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest 2015, classificandosi terzo. Il trio si è conosciuto e costituito proprio durante la partecipazione dei giovanissimi cantanti a Ti lascio una Canzone. Dei componenti, il più grande, Piero Barone da Naro, vicino ad Agrigento, non aveva neanche 16 anni; gli altri due, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, avevano circa 14 anni e provenivano rispettivamente da Marsala, in provincia di Trapani, e da Montepagano, frazione di Roseto degli Abruzzi, in provincia di Teramo. Seguici su Google News cliccando sulla stellina in alto a destra

Ascolti Sanremo 2021 prima serata: crollo per Amadeus e Fiorello

Crolla la prima puntata 2021 della kermesse della Canzone Italiana che perde il 5,6% di share e 1,7 milioni di spettatori rispetto allo scorso anno Gli ascolti della prima serata di Sanremo 2021 ha conquistato 11.176.000 telespettatori pari al 46,35% di share nella prima parte, mentre nella seconda 4.212.000 telespettatori con il 47,77% di share. Nel 2020 Amadeus aveva ottenuto il 52,2% di share, pari a 10.058.000 telespettatori. L’anno precedente, invece, con la conduzione di Claudio Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio si raggiunsero 10.086.000 telespettatori e il 49,5% di share.

Rispetto al primo Sanremo condotto da Amadeus, il Festival ha perso il 5,6% di share e 1,7 milioni di telespettatori. Media ponderata del primo appuntamento è del 46,60%. A seguire Sanremo Start che ha visto la sfida tra le prime quattro Nuove Proposte sono stati 11.592.000 telespettatori con il 38,73% di share. Folcast e Gaudiano sono stati i primi due a passare direttamente alla finale di venerdì. Elena Faggi e Avincola sono stati eliminati.

LEGGI ANCHE—> Chiara Ferragni choc si sfoga sui social: il marito non c’è e lei è distrutta per la notizia. L’appello ai fan” Aiutatemi”

Uno dei momenti più attesi del palinsesto italiano è la prima serata del Festival di Sanremo, un evento che ogni anno porta con sè grandi aspettative. Quest’anno la kermesse deve fare i conti con l’emergenza sanitaria da Coronavirus che mette a rischio i cantanti a gara e quanti ruotano attorno all’organizzazione. Nelle ultime ore, infatti, Irama rischia di essere escluso perché un membro del suo staff è risultato positivo al test antigenico. Non è stato e non sarà facile portare a casa questa edizione. Come abbiamo avuto modo di vedere Amadeus ha lavorato sul modello collaudato l’anno scorso.Le novità più significative arrivano dal cast della serata, ma la puntata di martedì 2 marzo è stata caratterizzata da grandi disagi che i due conduttori di certo no0n si aspettavano. I telespettatori da casa, infatti, hanno avuto difficoltà a capire le parole delle canzoni degli artisti in gara. Questo problema ha penalizzato tutte le performance dei Big e dei Giovani. A margine della prima serata è arrivata anche la classifica generale delle prime tredici canzoni. La giuria demoscopica, provvisoriamente, ha piazzato al primo posto Annalisa con Dieci. Al secondo posto, invece, troviamo Noemi con Glicine mentre al terzo posto Fasma con Parlami. Ultimo posto al momento per Aiello con Ora. Il cantante era dato tra i favoriti di questa edizione.