Mamma

Allena la Mente dei tuoi bambini: 22 giochi educativi per bimbi da 1 a 13 anni da fare a casa per sviluppare la loro intelligenza 

Allena la Mente dei tuoi bambini: 22 giochi educativi per bimbi da 1 a 13 anni da fare a casa per sviluppare la loro intelligenza

In questo periodo particolare, in cui bambini e studenti sono a casa da scuola a seguito delle misure preventive per il Coronavirus, abbiamo pensato a 22 attività per allenare insieme la mente.  Sono alcune semplici attività educative e divertenti, utili non solo in questi giorni, ma in qualsiasi momento nel quale vogliamo passare del tempo di qualità con i nostri figli. Eccole indicata per i bambini da 1 a 12 anni

COSA FARE A CASA CON I BAMBINI: 8GIOCHI EDUCATIVI dai 5 ai 13 anni

Li abbiamo suddivisi in due categorie: una nell’area linguistica e comunicativa e una di tipo matematico-scientifico.

GIOCHI LINGUISTICI E COMUNICATIVI:

Lancia il dado e inventa la tua storia: ci sono dadi con alcune immagini e simboli inerenti al mondo delle fiabe (si possono anche costruire insieme). Una volta lanciati, scegliete a turno tre immagini inventando una storia che le contenga. Puoi scegliere di scriverla, registrarla con un video o una nota vocale e condividerla con gli amici.

Condividi una storia e costruisci i personaggi: scegli un racconto popolato di animali (puoi riprendere un libro che hai a casa o cercare tra le numerose risorse on-line), leggilo insieme al tuo bambino, alternando la voce narrante. Scegliete dalla storia gli animali preferiti e realizzateli con gli origami, bastano fogli colorati e video tutorial su YouTube. Si eserciterà così la lettura ma anche la precisione, l’attenzione, l’eseguire un compito con cura.

Pesca la tua carta e prova a farla indovinare: in questo caso si possono utilizzare carte illustrate, oppure sono sufficienti alcune immagini reperibili dai libri scolastici o dalle riviste. A turno ognuno pesca un’immagine con il compito di descriverla agli altri, che dovranno indovinarla. Vuoi rendere il gioco più complesso? Proponi di utilizzare la lingua straniera che tuo figlio studia a scuola!

Crea il tuo fumetto: il Coronavirus ci costringe a casa, raccontiamolo come fosse un fumetto. Ecco una proposta di incipit, poi spazio alla fantasia: “Sono arrivato da lontano. Se ti lavi spesso le mani non ci incontreremo, starnuti e febbre sono i miei compagni di viaggio e adesso sono anche in Italia ma tutti i medici si sono accorti di me … che fine farò?”. Suggeriamo di realizzare insieme il fumetto, cogliendo l’occasione per ascoltare il punto di vista del bambino, fornire informazioni chiare e rassicurare sulle misure di protezione adottate.

GIOCHI MATEMATICI E SCIENTIFICI:

Cucinando s’impara: il momento della preparazione dei pasti è sempre un momento affascinante per i bambini, in questo caso la matematica ci può aiutare. Tra piccole equivalenze e attenzione alle diverse quantità degli ingredienti possiamo allenare la loro abilità di calcolo, in modo divertente.

Dipingere naturale: perché non provare a dipingere con estratti naturali? Per il rosso si possono usare le barbabietole, per il giallo la curcuma, per il verde gli spinaci. Oppure si possono utilizzare verdure di forme differenti (carota, broccolo, lattuga …) e usarle come stampini. Per evitare gli sprechi, suggeriamo di utilizzare gli scarti prodotti dalla pulizia delle verdure.

Tra rombi e colla, costruiamo un aquilone: la geometria riguarda tanti aspetti della nostra vita; nella costruzione di un aquilone ecco che diventa importante calcolare area e perimetro così da sapere come realizzarlo. Qui necessitiamo di carta velina, stuzzicadenti lunghi, colla e spago. Inizieremo costruendo un rombo insieme alle sue diagonali che incolleremo insieme, successivamente attaccheremo la carta velina e lo spago, ma per farlo attenzione alle misure!

Fazzoletto e tabelline: dopo tante ore in casa è piacevole uscire un po’ all’aria aperta. Perché non sfruttare il gioco della “bandiera o del fazzoletto” in cui i numeri vengono chiamati tramite la risoluzione di semplici tabelline? Si allena oltre al corpo anche la mente!

Leggi ache: Altri Giochi da fare in casa con i bimbi organizzati per età: da 5 a 13 anni. Li terranno impegnati facendoli divertire e imparare

Giochi Per Bambini da Fare in Casa: 2 – 3 Anni

Sai che il gioco per i bambini non è solo un gioco ma serve ad aiutare il loro sviluppo cognitivo? In questa guida vogliamo proporti 7 giochi per bambini, dai 2 ai 3 anni, da fare in casa, che siano anche utili per il potenziamento delle capacità sensoriali. Sono giochi che puoi fare benissimo durante l’inverno, quando le temperature rigide  non consentono di andare fuori all’aperto, ma non solo, servono anche per trascorrere dei bei momenti in famiglia con le persone che ami.

 

I bambini che si trovano nella fascia d’età di 2 – 3 anni sono bambini già attivi e molto movimentati. Corrono, cercano di arrampicarsi su tutto quello che trovano, saltano , toccano ogni cosa e cosi sviluppano maggiormente, ogni giorno che passa, le loro capacità creative e manipolative, imparano a relazionarsi con gli altri, socializzano e imparano anche a rispettare le regole.

Giochi per Bambini da 1 a 3 anni

I bambini dai 2 ai 3 anni iniziano i giochi del “facciamo finta di” in cui mettono in evidenza il loro piccolo sapere. Sviluppando la loro immaginazione si trasformano in personaggi conosciuti o di fantasia indossando cappelli, borse e vestiti che trovano in casa. Si aiutano anche con oggetti vari che subito, con la genialità  che hanno i piccoli, assumono funzioni diverse in base a quello che serve al momento.

A questa età, il compito dei genitori e di chi li aiuta a crescere è quello di preparare la zona gioco, detto anche laboratorio, con tutto l’occorrente e lasciare che il bambino dia ampio sfogo ai movimenti, alla fantasia e sia il protagonista assoluto. Tu, in qualità di adulto, hai il compito di supervisionare quello che succede ed intervenire se è il caso, senza  suggerire, nè cercare di cambiare o modificare la creatività del bambino. Ma adesso vediamo insieme 7 giochi che puoi fare in casa e scegli quello che ritieni sia più adatto alla circostanza.

1 – La Torre: giochi per bambini da fare in casa da soli o in gruppo

Ecco un gioco che sviluppa la creatività e l’ingegno. Un bambino, all’età di 2 anni, inizia a posizionare qualche elemento (almeno 3) uno sopra l’altro impilandoli. A 3 anni sarà in grado di innalzare una torre con più elementi (fino a 6 o più). Il gioco della torre consiste proprio nel posizionare dei cubi di vari colori, uno sopra l’altro, realizzando cosi delle variopinte torri.

La Torre: giochi per bambini da fare in casa da soli o in gruppo

Il tuo compito sarà quello di predisporre il materiale e seguire il bambino mentre gioca. Puoi acquistare il materiale in negozi specializzati per giochi per bambini o acquistarli comodamente online. Qui te ne segnaliamo alcuni.

Scegli bene il materiale, che sia abbastanza resistente e non si rompa subito cadendo a terra. Fa’ attenzione agli spigoli ed evita quelli taglienti. Scegli cubi di vario colore così da lasciare libero il bambino di prendere il suo preferito.

2 – Riconoscere i colori: giochi per bambini di ispirazione montessoriana

I bambini, a 2 anni, iniziano già a riconoscere le tinte  e i vari colori e poi, in un periodo successivo, riescono ad attribuirne il nome. Quello che puoi fare in questa fase è stimolare l’apprendimento dei colori mediante dei giochi adatti. Quali?

Te ne consigliamo uno ideato da Maria Montessori, un’educatrice, pedagogista, filosofa, medico, neuropsichiatra infantile e scienziata italiana divenuta famosa per il suo metodo educativo che porta il suo nome. E’ un metodo molto valido riconosciuto sia dalle famiglie che dagli istituti scolastici. Il gioco si chiama la tavolozza delle mollette.

Prendi dei fogli di cartoncino di vario colore, almeno 6 o 8, ritaglia delle forme (rettangoli, quadrati e cerchi) della stessa dimensione e posizionali su un foglio grande di cartoncino bianco. Adesso prendi delle mollette in misura uguale ai cartoncini colorati. Se hai preparato 6 cartoncini di vario colore prendi 6 mollette. Le mollette devono riportare gli stessi colori dei cartoncini così che il bambino possa associarli. Puoi colorarle se hai delle tempere o dei colori acrilici che si intonano perfettamente ai cartoncini altrimenti ritaglia ulteriori rettangoli colorati e attaccali sopra le mollette.

Lo scopo del gioco è quello di stimolare il bambino ad associare colori e mollette corrispondenti. Se non gradisci i cartoncini e le mollette puoi sempre farne una variante che abbia la stessa finalità. Puoi utilizzare delle palline colorate e delle ceste che contengano lo stesso colore. Insomma dai sfogo anche alla tua di creatività e utilizza gli oggetti che più preferisci o che hai in casa.

3 – I travasi: giochi per bambini di ispirazione montessoriana

Anche questo gioco è di ispirazione montessoriana ed aiuta il bambino ad avere maggiore manualità ed essere autonomo. Qui occorre un po’ di fantasia da parte tua per trovare oggetti e contenitori  per il travaso. Per bambini di 2 – 3 anni bastano oggetti semplici che si hanno in casa come legumi,  pasta corta … e dei contenitori come barattoli, bicchieri e ciotole.

giochi per bambini di ispirazione montessoriana

Il gioco consiste nello spostare il materiale che hai scelto da un contenitore ad un altro. Il bambino avrà anche un oggetto che lo aiuterà nello spostamento.Se stai utilizzando dei fagioli il bambino può anche usare le mani, se hai scelto invece della farina o simili potrai dargli un cucchiaio. Scegli i materiali da usare anche in base all’età ma soprattutto alle capacità del bambino.

4 – Il Puzzle: intramontabile gioco per bambini

Adoro i puzzle, li faccio ancora oggi. E se piacciono agli adulti figurarsi ai bambini. Questo gioco è semplicissimo ma molto efficace. Consiste nel posizionare dei puzzle colorati nella stanza da gioco del bambino. Posso essere morbidi e grandi come a formare un tappeto. Usa non più di 12 pezzi. Se rappresentano dei personaggi dei fumetti o di una favola scegliete quelli con i disegni grandi e poco confusionari.

Il bambino, sviluppando la capacità motoria delle mani, cercherà di comporre qualcosa seguendo la sua fantasia. Non aiutare il bambino nella composizione delle forme, dai libero sfogo alla sua creatività ed alla libertà di esprimersi lasciandolo comporre e scomporre le varie figure che vengono fuori. In questo modo favorirai la sua interpretazione creativa e inventiva. Se è la prima volta e vedi che ha bisogno di essere aiutato fallo solo all’inizio e poi lascialo libero. Sono sicura che divertirà anche te che lo stai a guardare.

5 – I barattoli dei rumori: giochi per bambini da fare in casa fai da te

Questo gioco richiede la presenza di un adulto, è un gioco che permetterà al bambino di riconoscere suoni o rumori e lo aiuterà a sviluppare il senso uditivo. Il gioco è molto semplice e non occorrono particolare materiali. Bastano due contenitori, anche due semplici barattoli, in cui poter inserire dei piccoli oggetti: pietre, monete, chiavi e simili. Oggetti non troppo piccoli che possano fare abbastanza rumore.

Il tuo compito sarà quello di far passare tutti questi oggetti da un contenitore all’altro, cercando di fare più rumore possibile. Il bambino sarà attratto da questo rumore e cercherà di capirne di più. Puoi anche farlo con i singoli oggetti in modo da far notare al bambino la differenza.

6 – Indovina cosa mangi: giochi per bambini da fare in casa in gruppo

Questo è indicato per favorire il gioco di gruppo. Puoi anche farlo con un solo bambino ma in gruppo puoi assegnare dei punti e stimolare anche la competitività. Il titolo ti suggerisce già in cosa consiste il gioco ossia indovinare cosa si sta mangiando,  assaggiando il cibo ad occhi chiusi. Così facendo il bambino dovrà ricorrere alla sua memoria ed associare ricordi e sapori.

 

Prepara dei piatti o delle ciotole con ingredienti che i bambini possono già conoscere. Frutta, formaggino, marmellate ecc… Quando hai tutto pronto richiama i bambini e falli disporre attorno ad un tavolo seduti nelle rispettive sedie, così da non far confusione. Bendali tutti in modo tale che non possano vedere nulla e non possano sbirciare. Appena pronti fa’ assaggiare loro i vari preparati ed assegna un punteggio a chi indovina per primo.

7 – Le costruzioni: i mattoncini Lego

Quanto ti piaceva giocare con i mattoncini Lego? Ci giocheresti ancora oggi, di’ la verità. Affascinano tutti grandi e piccini. E allora perchè non fare giocare anche tuo figlio o tuo nipote? Ti consiglio di scegliere la confezione a secchiello che contiene più pezzi di varie misure e che i bambini possono comporre più facilmente. E’ un gioco divertente che induce il bambino a scoprire nuove forme, a trovare soluzioni,  a comporre ed a costruire da solo qualcosa senza porre limiti alla sua fantasia.

I bambini possono iniziare a giocare con i mattoni all’età di 4 mesi tanto che poi, crescendo, all’età di 3 anni riusciranno ad utilizzare mattoncini più piccoli e a creare forme composite. Grazie ai mattoncini ad incastro i bambini riescono a relazionarsi con lo spazio e con le forme e imparano nuovi modi di accostare gli elementi. Questo gioco aiuta anche a sviluppare la concentrazione e ad esercitare la precisione.

Leggi anche: Altri Giochi da fare in casa con i bimbi organizzati per età: da 1 a 3 anni. Li terranno impegnati facendoli divertire e imparare

Giochi per Bambini dai 3 ai 5 anni

In questo articolo ti mostrerò 5 giochi per bambini dai 3 ai 5 anni da poter fare in casa, senza rovinare niente,  adatti nel periodo invernale, quando il freddo ed il cattivo tempo non consentono di star fuori o di andare al parco, ma anche nei mesi più caldi. Abbiamo selezionato per te dei giochi che faranno divertire i bambini ma anche gli adulti. In fondo, non si smette mai di essere bambini. Troverai creatività e divertimento in ogni gioco proposto. A te la scelta!

1 – La Favola a sorpresa: giochi per bambini da fare in casa seduti

E’ un gioco divertente per i bambini e per gli adulti. Il gioco può svolgersi in qualsiasi stanza, a seconda del numero dei partecipanti puoi scegliere quella più adatta. Si sta tutti seduti in cerchio, puoi utilizzare delle sedie ma anche un bel tappeto colorato da mettere a terra su cui far stare te e tutti i bambini attorno. Il fulcro di tutto il gioco è il racconto di una storia. Se hai molta fantasia ne puoi inventare una al momento o scriverne una prima di iniziare il gioco, altrimenti, puoi anche leggerne una da un libro. Il risultato no n cambia.

Inizia a raccontare la tua storia, i bambini ti seguiranno con attenzione. Il trucco sta nel coinvolgere i bambini e renderli partecipi della storia. Come? Fa’ imitare loro i personaggi, fagli descrivere l’abbigliamento e l’espressione che potrebbero avere, fagli raccontare come se li immaginano, fagli imitare le espressioni dei personaggi. Se ci sono degli animali, fai ripetere a loro il verso corrispondente. Vedrai le risate che si faranno!

2 – Indovina cosa c’è nello scatolo: giochi per bambini da fare in casa in gruppo

Quello che ti mostro adesso è un gioco che puoi organizzare in poco tempo e che stimola tantissimo la memoria del bambino. Come dice il nome stesso, lo scopo del gioco è quello di cercare di indovinare i diversi oggetti che hai precedentemente nascosti all’interno di una scatola di cartone. Ma vediamo come prepararlo.

giochi per bambini da fare in casa in gruppo

Prendi una scatola di cartone o di plastica, l’importante è che non sia trasparente, e nascondi tutta una serie di oggetti di uso quotidiano all’interno. Puoi metterci della frutta come mele, arance e banane, delle candele, un libro, delle matite, il tubetto della colla, un fermaglio per capelli, una borsetta, una bambola come la barbie o un supereroe… insomma, le idee sono tante.

Fai un giro per casa e prendi degli oggetti che i bambini conoscono e mettili nella scatola. Una volta nascosti tutti gli oggetti sarà il turno dei bambini. Ad uno ad uno si avvicineranno alla scatola e, mettendo la mano dentro, afferreranno un oggetto e dovranno cercare di indovinare cos’è. E’ molto importante che non guardino o sbricino all’interno e che non escano l’oggetto fuori dalla scatola. Potranno farlo solo dopo averlo riconosciuto.

Se ne hai la possibilità puoi praticare due fori nella parte alta della scatola lasciando solo lo spazio per l’inserimento del braccio così da tenere la scatola sempre chiusa. Appena il bambino avrà dato un nome all’oggetto misterioso sarà possibile uscirlo dalla scatola e verificare se ha indovinato o meno.

3 – La pasta di sale o la plastilina: giochi per bambini da fare in casa quando piove

I giochi manuali, in generale, sono quelli che preferisco perchè permettono a ciascun bambino di fare esercizi di manipolazione mentre giocano danno sfogo alla propria creatività, stimolano l’ immaginazione senza smettere di giocare. Ma di cosa stiamo parlando di preciso? Hai mai sentito il detto metter le mani in pasta? Ecco, con questo gioco i bambini faranno proprio questo.

Cosa puoi utilizzare

Se anche a te piace metter le mani in pasta puoi preparare della colorata pasta di sale o semplicemente impastare acqua e farina che sicuramente avrai in casa. In alternativa puoi acquistare delle paste modellanti colorate, in commercio ne esistono di vari tipi e prezzi. Una volta che avranno acquisito un po’ di manualità potrai anche passare all’argilla o alla pasta di ceramica.

pasta di sale o la plastilina: giochi per bambini da fare in casa quando piove

Adesso che la pasta modellante è pronta i bambini possono iniziare a sporcar…ehm.. a modellare ciò che più preferiscono. Puoi dare anche tu qualche indicazione ed invitarli a realizzare dei ciondoli, delle scatoline, dei cuoricini e tutto quello che reputi più adatto ai bambini. Potrai anche dare indicazioni diverse in base all’età.

Ma se hai altro da fare lasciali pure giocare da soli, non sentiranno la tua mancanza. Non occorrono altri strumenti per modellare oltre le loro mani. Devono acquisire dimestichezza e devono sperimentare. Questo è fondamentale. E’ un gioco che potrai fare insieme a loro, divertendoti, specialmente sin prossimità delle feste e realizzare dei lavoretti speciali e unici.

4 – Il tesoro nascosto nel palloncino

Se non sempre riesci a farti ascoltare dai bambini quando lo vuoi tu, una soluzione semplice e pratica è quella di far fare loro un gioco che abbia una ricompensa finale. I bambini saranno più propensi a seguirti ed a provare il gioco che gli proporrai proprio  per conquistare il premio finale. E’ facile da organizzare, non sporca e lo puoi improvvisare nei momenti più disparati. Per i giochi con i compagnetti, per i compleanni e le feste in genere o semplicemente per divertirti anche tu con loro.

E’ molto apprezzato sia dai maschietti che dalle femminucce. Ma andiamo nel dettaglio a vedere come farlo. Innanzitutto devi scegliere degli oggetti da regalare ai bambini come premi finali e devi sceglierli di piccole dimensioni, questo perchè dovrai inserirli all’interno di palloncini di gomma coloratissimi che verranno gonfiati.

Una volta pronti tutti i palloncini dovrai disporli per le varie stanze della casa (o solo in alcune) in modo da poter essere ricercati e trovati dai bambini. Non sapendo dove hai nascosto il palloncino , questo gioco per loro , sarà una vera e propria caccia al tesoro. Ogni bambino sarà munito di un oggetto con il quale potrà scoppiare il palloncino, naturalmente sarà un oggetto adatto allo scopo che ritieni utile e non pericoloso. Decidi tu in base anche all’età dei bambini.

Quando tutto è pronto i bambini saranno lasciati liberi di girare per casa o nelle stanze che hai dedicato al gioco, per cercare i palloncini, scoppiarli e recuperare il regalo all’interno. Se sceglierai di mettere dei piccoli giochi all’interno dei palloncini, i bambini avranno ulteriori giochi da fare.

5 – Ghirlande di carta: giochi per bambini da fare in casa fai da te

La realizzazione delle ghirlande colorate è un gioco molto divertente per tutti i bambini ed anche per qualche adulto. Quante ne ho fatte io da bambina soprattutto in preparazione alle feste religiose per addobbare corridoi e saloni. La realizzazione è molto semplice e molto pratica. Il risultato è garantito anche se non si dispone di una buona manualità, soprattutto da parte degli adulti.

Occorre preparare delle strisce di carta di vario colore e tutte della stessa dimensione. Dei rettangoli di almeno 20 cm di lunghezza. Si può utilizzare anche la carta patinata delle riviste di moda ed avere un effetto patchwork, o quella rosa della gazzetta dello sport se sei un patito di calcio. Preparate delle striscioline di carta colorata e realizzate insieme ai bambini degli anelli che chiuderete con della semplice colla. Tutti questi anelli verranno concatenati per realizzare una lunga e colorata ghirlanda.

Leggi anche:  Altri Giochi da fare in casa con i bimbi organizzati per età: da 3 a 6 anni. Li terranno impegnati facendoli divertire e imparare

Per continuare a ricevere consigli e tanto altro, seguiteci anche sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM 

 

Continua a leggere altre notizie su Piudonna.it e dal tuo cellulare su Facebook, Instagram e Google News.