Donne

Gli otto errori da non fare con il correttore che ti fanno sembrare più vecchia e I consigli giusti per un make up fantastico

Il correttore è senza alcun dubbio uno dei prodotti makeup più amati ed utilizzati ogni giorno, questo perché utile nell’eliminare occhiaie scure ed imperfezioni della pelle regalando l’illusione di un incarnato perfetto. Non sempre però lo si utilizza in modo corretto o si sceglie la formulazione e la tonalità più adatta alla propria pelle. Scopriamo gli otto errori da non fare assolutamente nell’utilizzare il correttore. 

Gli otto errori da non fare assolutamente quando si utilizza il correttore

Amate il correttore e non potete fare a meno di utilizzare ogni giorno questo prodotto di makeup? Ecco 8 errori da non fare assolutamente con il correttore: 

-1 Scegliere la tonalità sbagliata 

Il correttore andrebbe scelto dello stesso sottotono della pelle, freddo o caldo e anche nella colorazione giusta per la nostra epidermide, magari di un tono più chiaro del fondotinta per illuminare in modo particolare l’orbicolare dell’occhio.

2-Scegliere la formulazione sbagliata 

Esistono in commercio diverse tipologie di correttori. Una volta scelto il tipo di coprenza utile a mimetizzare la problematica della pelle, si dovrà scegliere una formulazione in crema o liquida per le pelli più giovani e secche, per le pelli grasse invece le formulazioni in crema sarebbero troppo corpose. Per le pelli mature assolutamente vietati tutti i correttori in pasta o in crema.

3- Utilizzare i correttori cromatici da soli 

I correttori cromatici, verdi, rossi, gialli o lilla, servono per mimetizzare occhiaie scure, brufoletti e arrosaamenti ma non debbono essere utilizzati da soli. Una volta steso il camouflage cromatico, si potrà picchiettare sopra il correttore. L’effetto sarà perfetto.

4- Non applicare la cipria 

Il correttore, una volta steso, deve essere fissato con un velo di cipria trasparente. In questo modo durerà a lungo.

5- Scegliere la tonalità troppo chiara

Scegliere una tonalità troppo chiara di correttore, regalerà un effetto panda davvero disastroso. Quando è applicato sulle occhiaie tra l’altro potrebbe farle apparire addirittura più scure.

6- Stendere il correttore in modo sbagliato 

Il correttore andrebbe sempre picchiettato e non tirato durante l’applicazione. Al contrario il risultato non sarà ottimale.

7- Applicare il correttore con le dita 

La scelta migliore sarebbe quella di applicare il correttore con un pennello specifico o con una spugnetta umida, questo perché le dita potrebbero tirare troppo il prodotto riducendone le prestazioni.

8- Non applicare un trattamento prima 

Prima dell’applicazione del correttore, la zona perioculare dovrebbe essere perfettamente idratata e trattata. Applicare un contorno occhi in una formulazione leggera e fresca sarà la scelta migliore.

Sei preziosi segreti su come usare il correttore e applicarlo al meglio

DITA, SPUGNETTA O PENNELLO?

Ammettiamolo, ognuna di noi è abituata ad applicare i correttori usando le dita, il pennellino o la spugnetta, ma qual è il “metodo” migliore? Partendo dal presupposto che qualsiasi tipologia di correttori voi utilizziate occorre sfumarli, al primo posto noi mettiamo le dita! Già, proprio loro! A differenza di altri strumenti, le dita sono in grado di scaldare i correttori facendo si che il colore si fonda con la pelle (ideale soprattutto quando si devono coprire le occhiaie). Al secondo posto, invece, la famosa spugnetta a goccia; protagonista di tanti tutorial, questa “magica” spugnetta fa si che il correttore si stenda in maniera giusta e in più lo sfuma. E il pennellino? È l’ideale per coprire i brufoletti.

OCCHIO ALLE QUANTITÀ!

Quante di noi trovandoci davanti ad occhiaie insormontabili ci siamo dette: “se uso un po’ di correttore in più, si nascondono meglio”. Errore. Quando si usa troppo correttore sia sul viso che sul contorno occhi, la quantità in eccesso tenderà ad accumularsi intorno al naso, sul contorno labbra o, ancor di più, nelle pieghette o le rughe intorno agli occhi che, durante al giornata, si evidenzieranno ancora di più! Pertanto, meglio partire applicando poco prodotto per volta, picchiettarlo con le dita, sfumarlo bene con la spugnetta e, se occorre ancora, aggiungerlo

Leggi anche: Capelli sporchi: i 9 trucchi veloci per farli sembrare puliti anche quando non si ha tempo per lavarli

BASTA UN SOLO CORRETTORE?

Anche se siamo abituate ad utilizzare un solo correttore, in realtà non è così. Per ottenere dei risultati davvero soddisfacenti occorre usare più correttori contemporaneamente, mixarli e abbinarli per coprire meglio un’occhiaia difficile, un brufolo che altrimenti resterebbe lì in bella vista o rossori o discromie del viso. Insomma, soprattutto quando si parla di occhiaie la cosa migliore è usare un corrector prima e un concealer dopo, ovvero un correttore che intervenga sul colore e un altro che intervenga sulla luce per bilanciare il risultato finale e renderlo omogeneo all’incarnato.

PRIMA O DOPO IL FONDOTINTA?

Prima o dopo il fondotinta? Qui ci sono due scuole di pensiero. Se le occhiaie sono molto evidenti e vistose è bene procedere prima con l’applicazione del corrector , ovvero i correttori di diverso colore (se vuoi saperne di più clicca qui), poi con la stesura del fondotinta e infine con il correttore abituale e quello illuminante; viceversa, se non ci sono problemi di occhiaie rilevanti è meglio applicare prima il fondotinta o la BB cream e dopo il correttore.

COME APPLICARE IL CORRETTORE?

Passaggio fondamentale prima di applicare i correttori o in generale prima di iniziarsi a truccare è pulire perfettamente la pelle e stendere il siero e poi la crema idratante. Bene superato questo step, andiamo coi prossimi:

  • VISO: per nascondere macchie o rossori tamponate un po’ di correttore sulla superficie di ogni segno e poi sfumate delicatamente verso l’esterno, come scritto prima ne basta poco per evitare l’effetto cerone. Per nascondere i brufoli, invece, per evitare di spargere i batteri, applicatelo con un pennellino.
  • OCCHI: Per i Corrector, i correttori colorati, create una C partendo dall’angolo interno dell’occhio e poi iniziate a picchiettare e sfumare bene. Quando, invece,  si parla di Coanceler ( ovvero i classici correttori) il triangolo è la forma perfetta! Come potete vedere dalla foto, disegnate un triangolo che ha la base immediatamente sotto l’occhio e la punta verso la guancia. Questo passaggio aiuta a rendere la zona omogenea e luminosa senza rischiare di creare netti stacchi di colore e gli antiestetici cerchi intorno agli occhi come i panda!Una volta creato il triangolo cominciate a sfumare partendo dall’angolo interno dell’occhio per arrivare all’esterno.

COME APPLICARE IL CORRETTORE ILLUMINANTE?

Come scritto nel primo articolo, i correttori illuminanti, sono pensati non tanto per correggere le imperfezioni molto evidenti quanto, invece, per rendere più luminosa sia la nostra pelle che il nostro visto. Come applicarli? Quando di hanno delle occhiaie particolarmente evidenti si usa sopra i correttori per occhiaie, in caso contrario si può usare anche da solo. Come applicarlo? Disegnando un triangolo sotto l’occhio otterrete un effetto lifting immediato. Ma c’è di più! I correttori illuminanti, oltre che sotto gli occhi sono perfetti per illuminare e definire diverse zone del viso. Ecco i punti:

  • sotto l’arcata sopraciliare  e sull’angolo interno dell’occhio (il migliore per questo utilizzo è il Touche Éclat di Yves Saint Laurent).
  • sulla parte in alto degli zigomi
  • sulle labbra, esattamente sull’arco di cupido, per renderle più voluminose
  • sul dorso e agli angoli del naso
  • sul mento

COME FISSARE IL CORRETTORE? E, PER COSA ALTRO SI PUÒ USARE?

Come il resto della base, anche il correttore va fissato. Come? Con un velo di cipria! Questa legandosi con i pigmenti del correttore, oltre ad assicurarci una tenuta estrema, renderà il nostro make up impeccabile. Per applicarla, scegliete un pennello da trucco di quelli morbidi a punta piccola (generalmente destinati agli ombretti).

A cosa altro servono i correttori?
A molto altro!!! Già. In compagnia di un pennello di precisione possono pulire le sbavature di un rossetto, realizzare una linea dell’eye-liner perfetta, definire il disegno delle sopracciglia, annullare il colore delle labbra prima del make-up, sulle palpebre creare la base perfetta prima dell’ombretto, camuffare tatuaggi che vogliamo nascondere.

Leggi anche: Sopracciglia over 40: La forma giusta per aprire lo sguardo e sembrare più giovani

Se vuoi consigli di moda e trucco dalle nostre fashion blogger, Seguici sulla nostra pagina Facebook! basta un like!

Continua a leggere altre notizie su Piudonna.it e dal tuo cellulare su Facebook, Instagram e Google News.