Mamma

I 5 pericoli per i bambini in spiaggia a cui non prestate attenzione. Ecco cosa fare per evitare grossi guai

Estate per una famiglia con bambini vuol dire divertimento, spensieratezza, momenti condivisi insieme che difficilmente torneranno. Ma basta poco per rendere uno dei periodi più belli dell’anno in un incubo. I cuccioli di uomo non hanno un gran senso del pericolo. Piccoli avventurieri dalle energie inesauribili, esplorano il mare e l’ambiente che li circonda con entusiasmo e, ovviamente, irresponsabilità. Per questo, andare al mare con i figli piccoli, vuol dire anche dover stare tutto il tempo con tanto di occhi aperti. Ecco cinque consigli per evitare problemi.

La cosa più importante è non perdere di vista i bambini quando sono in acqua. Anche quando gli abbiamo detto di rimanere solo a riva e vediamo che seguono il nostro ordine. Il mare è un elemento imprevedibile fatto di maree e correnti che possono cambiare da un momento all’altro. Quante volte vi è capitato di essere spostati senza neanche accorgervene? Se questo accade anche all’adulto, figuriamoci al piccolo. Anche a riva, in pochi attimi, vostro figlio potrebbe essere trascinato anche molto lontano dalla riva ed essere preso dal panico, senza essere in grado di gestire la situazione.

Allarme Creme solari per bambini, “Non usate mai queste!, sostanze pericoloso che entrano nel sangue”. Ecco le migliori

Un’altra cosa a cui bisogna prestare attenzione quando si è al mare con i figli è il sole. I suoi raggi sono nocivi anche per noi adulti. Macchie solari, scottature, sono solo alcuni dei problemi in cui possiamo incorrere. E i bambini hanno la pelle molto più delicata rispetto la nostra. Bisogna, ogni giorno, far indossare un cappellino e utilizzare sempre una protezione adatta con filtro 50+. Il sole inoltre è più forte durante le ore centrali della giornata. Quindi è consigliabile godersi la spiaggia nelle prime ore del mattino oppure direttamente il pomeriggio, dalle 17 in poi.

Bisogna anche evitare le forti escursione termiche. Passare da un ambiente raffreddato dall’aria condizionata, come la macchina, al caldo torrido della spiaggia, può portare a infreddamenti e raffreddori indesiderati. Altro pericolo per i bambini al mare è la sabbia, o almeno quello che vi si può nascondere. I nostri figli amano giocare con la sabbia, ma è meglio scegliere lidi attrezzati che ogni giorno puliscono e rimuovono tutti gli oggetti che qui si possono nascondere. Anche la pelle piò irritarsi quando passa troppo tempo a contatto con la sabbia, portando così a delle infezioni cutanee.

LEGGI ANCHE—> Allarme sostanze che penetrano nel sangue in 3 famose creme solari: “Non usatele” Ecco le marche

E la sabbia esposta al sole scotta molto, quindi un’altra cosa necessaria è spostarsi anche con le ciabattine. Questo vale anche per le spiagge con gli scogli. I pericoli per i piedi dei nostri bambini possono nascondersi in ogni dove. In commercio si trovano ciabattine per il mare di ogni tipo. Una piccola spesa per evitare grandi fastidi. Infine, al mare è consigliabile non mangiare dei pasti pesanti. Per combattere la fame, basta fare spuntini di frutta a metà mattinata e metà pomeriggio. Importante idratarsi bevendo tanta acqua e succhi di frutta non eccessivamente zuccherati. Per ricevere altri notizie continuate a seguirci Sulla nostra pagina Facebook e anche su INSTAGRAM