Fatti Esteri

Il Coronavirus colpisce Gordon Ramsay e lui licenzia tutti: “Più di 500 persone sbattute fuori”. Ecco perché l’ho fatto

Gordon Ramsay è uno dei più noti chef al mondo. Il cuoco scozzese vanta nella sua carriera ben 18 stelle Michelin e deve la sua popolarità anche grazie a programmi culinari come Cucine da incubo, Hell’s Kitchen e Masterchef. È proprietario di ben 23 ristoranti di successo in giro per il mondo, dal Regno Unito e in Europa, fino agli Stati Uniti e in Qatar.

Con l’epidemia di coronavirus che rapidamente si sta diffondendo in tutto il globo, anche e soprattutto nel Regno Unito, Gordon Ramsay ha fatto una scelta alquanto discutibile per quanto riguarda i ristoranti di sua proprietà a Londra. Infatti, Gordon Ramsay ha licenziato tutti i componenti delle brigate al lavoro nei ristoranti della capitale, dal tre stelle Michelin che ha il suo nome allo stellato Pétrus, e anche il Savoy Grill e il Lucky Cat.

Leggi anche: Joe Bastianich choc contro Carlo Cracco: “Ecco che succedeva a Masterchef e la verità sul perché se ne è andato”. La confessione choc

Rescissi quindi i contratti di ben 500 dipendenti. Solo la scorsa settimana, il 21 marzo, Gordon ringraziava col cuore i suoi dipendenti: “Un gigantesco grazie al nostro sorprendente personale per la passione e il supporto. Spero di cuore che torneremo presto insieme”. Ora la decisione controversa che ha spiazzato tutti.

Aspre le critiche contro Gordon Ramsay sui social e non solo. Impazza la polemica

Gordon Ramsay ha maturato una decisione che nessuno si aspettava. Probabilmente dal canto suo, è una scelta imprenditoriale giustificata dal fatto che i ristoranti saranno chiusi per ancora molto tempo. Pare che i 500 lavoratori abbiano ricevuto una e-mail in cui si spiegava che, date le circostanze attuali, gli stipendi sarebbero stati percepiti fino al 17 aprile, senza fornire ulteriori chiarimenti su quello che sarebbe successo dopo.

Piovono le critiche su Ramsay, accusato di non badare alle sue brigate in un momento così difficile, pur essendo un milionario. In particolare, la critica gastronomica del The Guardian Marina O’Laughlin in un tweet scrive: “Ancora una volta, i multi milionari non mettono mano al loro portafoglio mentre i più piccoli fanno quel che possono per il loro staff. Sì, parlo di Gordon Ramsay”.

Pronta la risposta di Gordon Ramsay, conosciuto per il suo carattere fumantino: “Chiaramente non hai mai gestito un’impresa, e nonostante i tempi difficili per tutti tu ti nascondi dietro i tuoi patetici tweet, datti una calmata!”. Rincara poi la dose aggiungendo: “Ti guadagni da vivere criticando il cibo! Ristoranti chiusi per la tua penna velenosa, solo perché non ti hanno leccato il c**o, hai mai pensato di restituire qualcosa in questi tempi difficili? Io non ho fatto altro che mettere mano al portafoglio per anni!“.

Leggi anche: Cocaina al ristorante, Il Famoso giudice di Masterchef confessa: “Ne fanno uso tutti”

Seguiteci anche sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM