Lifestyle

Il correttore va messo prima o dopo il fondotinta? Ecco come si fa per avere una pelle perfetta e senza occhiaie

E’ dalla pelle che comincia la bellezza. A prescindere da ombretti, rossetti, blush che possiamo applicare sul nostro volto, avere un viso pulito e senza imperfezioni fa la differenza. Ma è molto difficile da ottenere, soprattutto con il passare dell’età. Per questo ricorriamo a cosmetici come il fondotinta e il correttore. Ma quale va applicato prima? E’ questa la domanda che ricorre sempre più frequentemente nei siti dedicati al make up e alla quale non tutte sanno dare una risposta. La verità è che la risposta varia a seconda dei casi e del tipo di pelle da trattare.

Per prima cosa, è fondamentale sapere che per avere una pelle liscia e omogenea è necessaria una buona skin care. Ogni giorno ogni donna dovrebbe dedicare del tempo alla cura della propria pelle. Esistono tantissime maschere in vendita da poter applicar e per rigenerarla, e ce ne sono anche molte che possono essere realizzate in casa. E’ anche importante fare degli scrub al viso e massaggiare spesso le zone che ne hanno maggiormente bisogno. Infine, bisognerebbe sempre proteggersi dai raggi solari, che invecchiano e disidratano la pelle.

LEGGI ANCHE—> Pelle perfetta in Autunno: i consigli e i trucchi da fare a casa per avere un viso luminoso dopo l’estate senza spendere soldi

Ma nonostante ogni accortezza messa in atto per avere un viso liscio, morbido e splendente, resta sempre qualche imperfezione da coprire. Un buon make up prevede l’utilizzo di fondotinta e correttore. Il primo viene applicato su tutto il viso, mentre il secondo solo in alcune zone. Inoltre il correttore, rispetto al fondotinta, risulta essere più pigmentato, perché volto a coprire in maniera più risolutiva le peggiori discromie della pelle. Proprio per questo deve essere applicato successivamente. Prima di tutto è necessario spalmare una crema o un primer sul viso per proteggerlo dal trucco.

Quindi, bisogna mettere il fondotinta uniformemente su tutto il volto. Solo dopo aver messo correttamente il fondotinta, sarà possibile notare quali sono le zone del viso che ancora non sono omogenee e i difetti che devono essere coperti. Spesso la zona che ha bisogno di una maggiore coprenza è quella del contorno occhi. Ma ci sono anche dei casi in cui il correttore deve essere applicato prima del fondotinta. Questo accade quando sulla pelle ci sono dei difetti molto evidenti, che hanno bisogno di maggiore ritocco e soprattutto di altri prodotti da utilizzare.

LEGGI ANCHE —> CAPELLI ROVINATI PER IL SOLE? 4 MASCHERE DA FARE A CASA

Esistono in commercio vari tipi di correttore, che si distinguono per il colore. Se avete delle forti occhiaie viola, è consigliato coprirle prima ancora di passare il fondotinta con un correttore di colore salmone. Se le occhiaie risultano invece giallastre, il colore da utilizzare è l’arancio. Infine, se la pelle presenta rossori o scottature, l’unico modo per coprirle è quello di applicare un correttore verde. Solo successivamente si potrà utilizzare il fondotinta e amalgamare il tutto. Quindi, coprire le ultime imperfezioni con un correttore semplice, che deve essere sempre leggermente più chiaro del colorito della pelle. Vuoi altri consigli super? Continua a seguirci sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM