Scuola

Scuola a lutto: muore all’improvviso il prof Sebastiano, 40 anni: “Era appena entrato in ruolo, lo stava aspettando” Cos’è successo

Aversa – Lutto nell’istituto Ipseoa di Aversa, con sede anche nel comune di Cesa, per la scomparsa di Sebastiano Garofane. Il giovane 40enne professore dell’alberghiero di Aversa è venuto a mancare prematuramente durante la scorsa notte. Tantissimi i messaggi di dolore e cordoglio pubblicati il rete. Ecco il commovente post pubblicato dall’istituto.

Una TRISTE NOTIZIA per la nostra scuola, questa notte è deceduto il caro collega di sala SEBASTIANO GAROFANE. Insegnava sulle nostre due sedi tra Aversa e Cesa. Era appena entrato di ruolo e stava concludendo l’anno di prova. La notizia stamattina subito è circolata sui social e ha causato incredulità e sconforto tra quanti lo hanno conosciuto. Il Dirigente Scolastico, i docenti, il dsga, il personale tecnico e amministrativo, e tutti gli alunni, partecipano commossi alla sua dipartita. Riposa in pace

Molti i messaggi di cordoglio anche dagli allievi del neo prof e di tutti i suoi colleghi, “Tutta la scuola saluta con immenso affetto il professor Sebastiano Garofane amico, collega e amato insegnante”. Sono ancora ignote le cause della morte, si aspetta di sapere se il docente possa essere anche lui una vittima del Conoravirus.

Il Coronavirus si porta via anche la Maestra Letizia

Non ce l’ha fatta la maestra Letizia Rovetta. È morta a causa del Coronavirus. Una notizia che ha fatto piombare l’intera comunità di Segrate «in una tristezza immensa». «I bambini la amavano, e lei amava loro», dicono in tanti. Insegnava nella scuola elementare Fermi, di via Modigliani «ogni giorno arrivava con il sorriso».

Leggi anche: Rientro a Settembre, Come sarà la nuova scuola: Metà in classe e metà a casa e turnazione nel pomeriggio. Anche infanzia e primaria”

«Una persona solare, creativa e piena di idee. Un’insegnante d’oro che amava i nostri bambini e li ha fatti crescere con la sua contagiosa voglia di vivere», racconta il sindaco Paolo Micheli in un lungo post su Facebook per ricordarla. «Faccio fatica a scrivervi – aggiunge commosso il primo cittadino – il Coronavirus si è portato via una delle insegnanti della nostra città, la bravissima maestra Letizia Rovetta della scuola Fermi. Oltre a lei, la scomparsa di un altro concittadino causata dall’epidemia sconvolge ulteriormente la nostra comunità che si unisce al dolore delle famiglie».

«La maestra Letizia era un’insegnante d’oro che amava i nostri bambini e li ha fatti crescere con la sua contagiosa voglia di vivere. Abbraccio affettuosamente la Preside Giuliana Borgnino, le colleghe maestre e l’altro personale della scuola che in questi anni l’hanno apprezzata per le sue doti professionali e umane. Ma più di tutti questa sera abbraccio i bambini della 2A. Piangete, ne avete tutto il diritto. Le vostre lacrime sono le nostre lacrime. Ai loro genitori dico: la struttura comunale e la scuola sono a vostra disposizione per supportare i vostri piccoli in questo difficile momento. Scriveteci, fatevi aiutare».

La maestra Letizia, come la chiamavano i suoi piccoli alunni, da sette anni lavorava nella scuola Fermi che fa parte dell’istituto comprensivo Albert Schweitzer, che sul proprio sito ha voluto ricordarla così: «Resterai sempre così nella nostra memoria: col tuo sorriso, il tuo impegno costante dedicato alla crescita dei tuoi alunni, la tua disponibilità per i colleghi, la tua particolare attenzione verso i più deboli…Ci mancherai».

Leggi anche: Carta docente: Cambia tutto. Nuove scadenze e importo aumentato. Le novità

Seguiteci anche sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM