Donne Lifestyle

Soffri di Insonnia? Ecco cosa favorisce il sonno ed elimina stress e agitazione durante la notte. “Facile da trovare e funziona sempre”

Un periodo difficile da vivere quello del post lockdown. Gli scombussolamenti dovuti al tempo forzato trascorso in casa e al ritorno alla vita “quasi” normale; lo stress dovuto all’apprendimento dello smart working e, in seguito, del ritorno al lavoro; la paura del contagio che ancora incombe; la lontananza dalle persone. Tutti fattori che giocano un ruolo fondamentale nella serenità e nell’equilibrio psicologico, che spesso di riversano anche sul sonno.

Non è un caso che molti stiano soffrendo di ansia durante la notte e di insonnia. Tutti sintomi di eccessivo stress e preoccupazioni. I ritmi circadiani sono cambiati, sono cambiate le abitudini e lo stile di vita e di conseguenza anche l’approccio al sonno. Oggi l’irritabilità è molto più diffusa e, di conseguenza, si dorme anche molto di meno. Un cane che si morde la coda.

LEGGI ANCHE—> Creare colpi di sole naturali e riflessi brillanti per capelli con i prodotti naturali che hai in casa. Come fare

Ma come fare per agevolare il sonno durante la notte?

Il rimedio può arrivare anche dalla tavola! Ci sono alcuni cibi che favoriscono la produzione di melatonina, l’ormone del sonno che regola il ritmo sonno-veglia, un aiuto enorme contro l’insonnia, l’agitazione e lo stress. La melatonina riduce i livelli di dopamina, l’ormone della veglia e quelli del cortisolo, l’ormone dello stress e soprattutto protegge dall’invecchiamento perché contrasta i radicali liberi.

I cibi che contengono la melatonina

Le noci e le mandorle ne sono una buona fonte perché hanno dei grassi coinvolti nella produzione di questo ormone. La melatonina è presente anche in molti vegetali come la cipolla, gli asparagi e i pomodori (che in questa stagione sono ancora più buoni!). Sono fonte di melatonina anche i cereali integrali perché ricchi di carboidrati complessi, che ne aumentano la produzione e conciliano il sonno (avete mai provato a mangiare un piatto di pasta a cena?).

Anche consumare quotidianamente alimenti ricchi di triptofano, un aminoacido essenziale precursore della serotonina, può essere molto utile. Questi alimenti sono i legumi (ceci, lenticchie, fagioli ecc.), la carne di pollo e quella di manzo, i semi di zucca, di lino ecc. e la frutta secca a guscio (mandorle, noci ecc.) Inserendo in modo continuativo questi alimenti nel proprio menù, sicuramente si aiuterà il corpo a rilassarsi e a contrastare i cattivi effetti dell’insonnia ed ad avere un sonno più tranquillo

LEGGI ANCHE—> La dieta del gruppo sanguigno: meno 7 Kg in una settimana. L’esperto: “Ecco gli alimenti da eliminare se sei 0 positivo”

Ti sono stati utili i consigli? Condividi l’articolo e Continua a seguirci sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM