Fatti Esteri

Sorelline rapite dal papà, ritrovata Olivia. Quel che le ha fatto il padre è tremendo. Spagna sotto choc

sorelline rapite dal padre

Sorelline uccise dal papà a Tenerife, per l’autopsia Olivia è morta a causa di un edema polmonare.  Secondo i risultati dell’autopsia, la piccola Olivia Gimeno, la bimba di sei anni scomparsa lo scorso 27 aprile insieme alla sorellina Anna, entrambe rapite dal papà Tomás, e ritrovata cadavere settimana scorsa in un sacco in fondo al mare di Tenerife, è morta a causa di un edema polmonare acuto. Secondo gli investigatori, che continuano a cercare il corpo dell’altra bambina e del padre, quest’ultimo le avrebbe soffocate in seguito ad una overdose di Lorazepam.

La piccola Olivia Gimeno, la bimba di sei anni scomparsa lo scorso 27 aprile insieme alla sorellina Anna, entrambe rapite dal papà Tomás, e ritrovata cadavere nelle scorse settimane in un sacco in fondo al mare di Tenerife, è morta a causa di un edema polmonare acuto, come ha rivelato pochi minuti fa l’esito preliminare dell’autopsia effettuata presso l’Istituto Anatomico Forense di Tenerife.

Sorelline rapite dal padre, ecco come le ha uccise

La polizia scientifica ha terminato ieri pomeriggio le analisi e oggi ha reso note le proprie conclusioni all’autorità giudiziaria. Ora si attendono i risultati delle analisi tossicologiche, biologiche e istopatologiche che potrebbero aiutare gli inquirenti a risolvere il giallo che ha choccato la Spagna e il mondo intero. Secondo gli investigatori, Tomás Gimeno avrebbe ucciso le sue due figlie con un’overdose di Lorazepam che avrebbe in seguito provocato alle due bambine un soffocamento, mentre erano a casa.

Quello che diventa sempre più chiaro secondo la stampa iberica è che le sorelline sarebbero già arrivate morte al molo di Puerto Marina, con i loro corpi già conservati nelle borse che l’uomo avrebbe poi gettato in mare legandole all’ancora della loro barca. In una borsa è stato ritrovato il cadavere di Olivia, mentre l’altra era vuota. Si pensa infatti che il corpo dell’altra bambina sia riuscito a uscire dal sacco a causa della corrente marina, il che ne rende molto difficile la localizzazione.

LEGGI ANCHE—> Dramma Cristel Carrisi, “Non ce l’ha fatta. Colpa di mamma e papà. Ecco cos’è successo” Fan distrutti

La Guardia Civil ritiene anche che il padre delle due si sia suicidato dopo averle uccise. Per questo, oltre alla piccola Anna, la nave Ángeles Alvariño è al lavoro senza sosta per ritrovare anche il cadavere di Tomás. Quest’ultimo avrebbe ucciso le figlie dopo che la sua compagna Beatriz aveva deciso di lasciarlo, mentre era ancora incinta della minore delle due, Anna, a causa dei maltrattamenti e delle continue infedeltà di lui. Entra anche tu nel gruppo ufficiale di Chi l’ha visto

sorelline rapite dal padre
sorelline rapite dal padre