Cucina

Come fare il pane in casa: Trucchi e consigli del panettiere per farlo perfetto. Ecco come mettere nel forno prima di cuocerlo

Come fare il pane in casa: Trucchi e consigli del panettiere per farlo perfetto. Ecco come mettere nel forno prima di cuocerlo

Fare il pane in casa non è difficile anche senza la macchina del pane. Ed è un’esperienza meravigliosa. Bastano pochi accorgimenti e fare un po’ di pratica. Se non viene al primo colpo non bisogna arrendersi. Il pane è vita e subisce l’influenza di tanti fattori esterni, nonchè degli ingredienti. Usare una buona farina è il primo passo per un risultato assicurato.

 Ingredienti per Come fare il pane in casa

  • Farina 00 250 gr
  • Farina Manitoba 250 gr
  • Acqua fredda del rubinetto o gasata 300 gr
  • Lievito di birra 3/4 di un dado o 1 dado
  • Sale 1 cucchiaino

Procedimento per Come fare il pane in casa

Esistono 2 tipologie di impasto: Metodo DIRETTO, più veloce

Mettere in una zuppiera grande la farina e il lievito sciolto. Cominciare a lavorare l’impasto con un cucchiaio di legno fino a che non comincia a formarsi un impasto omogeneo. Aggiungere un cucchiaino raso di sale e fatelo sciogliere nell’impasto. Il sale si può aggiungere anche prima, l’importante è che non venga a contatto con il lievito. Togliere l’impasto dall’insalatiera e trasferirlo su un piano di lavoro o spianatoia.

Impastare per almeno 15-20. Quando l’impasto cambia consistenza, divenendo più morbido e lavorabile, elastico e malleabile: a quel punto potete passare alla fase successiva. La quantità di acqua assorbita dalla farina è variabile, durante le prime fasi dell’impastamento dovrete aggiungere acqua, poca alla volta, se vi sembra troppo secco e duro. Ricordate solo che l’impasto non deve essere appiciccaticcio.

Metodo INDIRETTO (Poolish), migliore ma più lungo

Si tratta di un procedimento intermedio, tra lievito e lievito naturale. Infatti, si tratta di utilizzare meno lievito, ma con il poolish, si puo fare un solo pane. Non si puo riutilizzare. Il procedimento è il seguente: bisogna mischiare una piccola quantità di lievito (2g invece di 10) con dell’acqua e della farina. Mischiamo bene e otteniamo un impasto abbastanza liquido. Si deve lasciar riposare una decina di ore. Deve crescere e fare delle bolle. Dopo il riposo, si aggiunge il resto di farina e di acqua, e si fa il pane come al solito. Questo procedimento permette dunque di ridurre notevolmente la quantità di lievito. Rende il pane più morbido e aerato.

Come incidere il pane

Qualunque sia la forma scelta, prima della cottura è necessario praticare delle incisioni sulla superficie del pane, con la punta affilata di un coltello. Le incisioni sono decorative, facilitano la cottura e fanno aumentare la proporzione della crosta rispetto alla mollica. In qualsiasi caso devono essere sempre verticali. Anche se per la pagnotta potrebbero non essere necessarie le incisioni, una volta cotto, donano un’aspetto più gradevole.

Leggi anche: Lievito madre: La ricetta più semplice e veloce per prepararlo a casa con solo acqua e farina. “Meglio del lievito di birra”

Forma e tempi di cottura

Dare la forma al pane dà veramente grande soddisfazione. Se si ha per esempio la macchina del pane, ma si desidera dare una forma al proprio pane, si può usare il programma solo “impasto e lievitazione” e poi cuocerlo in forno dopo averlo forgiato a piacere. In Italia esistono centinaia di forme per il pane. Filoncino È la forma più facile per chi si cimenta per la prima volta in questa impresa. Garantisce una cottura omogenea grazie al basso spessore della pasta.

Per fare il filoncino bisogna Dare alla pasta una forma di filone lungo circa 35 cm. Praticare un’unica incisione longitudinale  oppure 2 o più incisioni diagonali. Appoggiarlo sulla placca del forno e coprire con un panno, lasciandolo lievitare per 45 minuti, finche raddoppia di volume. Cuocere in forno caldo a 220° per 45 min., finchè diventa dorato. Lasciar raffreddare.

Cottura nel forno di casa, i trucchi per un pane perfetto

La cottura al forno da luogo a una serie di trasformazioni chimiche e biologiche; una volta tolto dal forno, il pane deve essere lasciato raffreddare lentamente fino a perdere l’umidità in eccesso. Umidità e temperature giuste nel forno di casa: Il forno ventilato e in genere i forni casalinghi tendono ad asciugare l’impasto. È necessario quindi creare un clima umido perchè aiuta nella formazione e colorazione della crosta e favorisce l’aumento di volume del pane durante la cottura.

Il metodo più semplice per inserire vapore nel forno di casa è quello di spruzzare acqua con un vaporizzatore (tipo quelli utilizzati per le piante domestiche) sulla pareti del forno quando è al massimo del calore, subito prima di inserire le pagnotte e quindi subito dopo. In alternativa, si può mettere un contenitore di metallo a contatto del fondo del forno durante la fase di riscaldamento. Quando il forno è caldo, si prepara una tazza di acqua bollente che, subito dopo aver inserito le pagnotte nel forno, si rovescia nel contenitore di metallo incandescente e quindi si chiude velocemente la porta del forno.

Consiglio: si deve tenere conto che se viene indicata nella ricetta una certa temperatura, si deve preriscaldare il forno ad una temperatura leggermente superiore. Quando infatti andremo ad aprire lo sportello e ad inserire il pane la temperatura scende. Dopo poco dall’inserimento del pane, la si potrà reimpostare ai gradi indicati.

Leggi anche: Zeppole di San Giuseppe furbissime: La ricetta facile anche per chi non è bravo coi dolci da fare al forno

Vuoi altre ricette super golose? continua a seguirci sui nostri profili  Su Facebook anche su INSTAGRAM 

Tratto da: https://www.alimentipedia.it/come-fare-il-pane-in-casa.html